terremoto turchia siria aggiornamento catastrofe nuovi terremoti repliche bilancio vittime

Aggiornamento Terremoto Turchia-Siria del 17/02/2023 – Il numero di morti in Turchia e Siria dopo i devastanti terremoti di 7,5 e 7,8 gradi che hanno colpito entrambi i paesi è vicino a 40.000 vittime, secondo l’ultimo rapporto di giovedì 16 febbraio. Alcune squadre di soccorso straniere hanno iniziato ad andarsene. Solo in Turchia, più di 108.000 persone sono rimaste ferite durante le scosse del 6 febbraio, ha detto l’agenzia turca per la gestione dei disastri AFAD. È probabile che il bilancio delle vittime continui a salire mentre i primi soccorritori cercano altri corpi tra le rovine di migliaia di edifici crollati.


Aggiornamento Terremoto Turchia-Siria – Dato ufficiale del 9 febbraio 2023 ore 01:00 GMT. Il bilancio delle vittime confermato in Turchia dopo i devastanti terremoti registrati lunedì è salito a 12.391, riferisce giovedì l’agenzia Anadolu con riferimento all’Autorità turca per la gestione dei disastri (AFAD, per il suo acronimo in turco). Nel frattempo, altre 62.914 persone sono rimaste ferite.


Aggiornamento Terremoto Turchia-Siria – Dato ufficiale del 7 febbraio 2023 ore 18:44 GMT. Il numero di vittime in Turchia è salito a 5.434 e il numero di feriti a 31.777, ha riferito il Ministero della Salute del paese.


AGGIORNAMENTO TERREMOTO TURCHIA OGGI – Il 6 febbraio 2023 alle 02:17 ore italiane (04:17 locali) la Turchia è stata colpita da un terremoto con una magnitudo pari a 7.9 (7.4 secondo la stima dell’AFAD, Agenzia turca per la gestione dell’emergenza e dei disastri). Il terremoto ha colpito le regioni della Turchia meridionale e della Siria settentrionale, una zona altamente sismica, tra quelle con la pericolosità più alta del Mediterraneo.

Secondo le informazioni disponibili al momento (ore 14.30), riportate dall’ANSA, ma in continuo aggiornamento, il terremoto ha provocato oltre 1800 vittime in Turchia e Siria. Secondo alcune stime pervenute dalla regione, ci sarebbero oltre 1700 edifici crollati (totalmente o parzialmente). Secondo il rapporto dell’AFAD, il terremoto ha avuto un ipocentro a 7 km di profondità ed è stato fortemente avvertito nelle 10 province meridionali del Paese, nonché nelle vicine Siria e Libano.

Dopo l’evento principale sono state localizzate oltre 200 repliche; tra queste la più forte, fino a questo momento, si è verificata alle ore 11:24 (ora italiana) e ha avuto magnitudo 7.5; altre scosse rilevanti hanno avuto magnitudo superiore a 6.0. Informazioni aggiornate in tempo reale si possono trovare sia sul sito dell’AFAD che su quello di Koeri.

Secondo INGV Terremoti, il terremoto è avvenuto in corrispondenza di una tripla giunzione tra le placche Anatolica, Arabica e Africana. La posizione del terremoto, il meccanismo focale nonché la distribuzione delle repliche sono coerenti con la Faglia Est Anatolica, una importante struttura che consente l’estrusione verso ovest della Turchia nel Mar Egeo. Non si può neanche escludere che sia interessata la faglia trasforme del Mar Morto che accomoda il movimento verso nord della penisola arabica rispetto alle Placche dell’Africa e dell’Eurasia.

La regione in cui si è verificato il terremoto del 6 febbraio è sismicamente attiva. Dal 1970 tre terremoti di magnitudo 6 o superiore si sono verificati entro 250 km dal terremoto del 6 febbraio 2023. Il più grande di questi, di magnitudo 6.7, si è verificato il 24 gennaio 2020 a nord-est del terremoto del 6 febbraio, sempre in prossimità della faglia dell’Anatolia orientale.

Aggiornamento bilancio delle vittime

Almeno 1014 persone sono state uccise e altre 7003 ferite dopo che forti terremoti hanno colpito la Turchia centrale e meridionale. Lo riferisce il capo dell’Autorità di gestione e disastri del Paese (AFAD, per l’acronimo in turco), Yunus Sezer, citato dall’agenzia Anadolu. Il funzionario ha spiegato che si sono verificate in totale 105 scosse di assestamento e 2.824 edifici sono crollati a causa del terremoto.

Vieni a commentare sulla nostra pagina Facebook “Terremoti Uragani Tifoni e Tsunami nel mondo“.

Valentina ContiMeteo TerremotiTopCatastrofe,INGV Terremoti,Sentito il Terremoto,Siria,Terremoto,Terremoto Oggi,Terremoto Siria,Terremoto Turchia,Tsunami Mediterraneo,Turchia,Ultima Ora Terremoto,Ultime Notizie Terremoto
Aggiornamento Terremoto Turchia-Siria del 17/02/2023 - Il numero di morti in Turchia e Siria dopo i devastanti terremoti di 7,5 e 7,8 gradi che hanno colpito entrambi i paesi è vicino a 40.000 vittime, secondo l'ultimo rapporto di giovedì 16 febbraio. Alcune squadre di soccorso straniere hanno iniziato ad...