Michael Moore in protesta fuori dal palazzo "Trump Tower"

Michael Moore ha espresso tutto il suo disaccordo davanti alla posizione di Donald Trump contro la comunità musulmana. Lo ha fatto con una lettera aperta pubblicata sul suo blog ufficiale. Il regista statunitense ha reso pubblico il suo pensiero sul candidato repubblicano il quale ha affermato che se viene eletto presidente degli Stati Uniti non lascierà entrare nessun musulmano nel paese.

Così scrive il regista di “Where To Invade Next” nel documento:

“Pieno di disperazione e pazzia all’annuncio per proibire l’entrata a tutti i musulmani in questo pease. Sono stato allevato con l’idea che tutti siamo fratelli e sorelle, senza importare la razza, il colore o credo religioso. Questo vuol dire che se volete cacciare i musulmani dovrete farlo anche con me e con tutti gli altri”.

Michael Moore aveva criticato anche il governatore del Michigan per aver negato asilo ai rifugiati siriani.

La pubblicazione di Moore è accompagnata dalla fotografia scattata fuori dell’edificio di Donald Trump (Trump Tower) con un cartello che dice “We are all muslim“, cioè “siamo tutti musulmani“. È rimasto fuori dell’edificio fino a quando è arrivata la polizia che lo ha obbligato ad andarsene, come lui stesso racconta su Facebook.

Qui potete leggere la lettera completa di Moore.

Andrea PaolaIntrattenimentoDonald Trump,Lettera,Michael Moore,Musulmani,Protesta
Michael Moore ha espresso tutto il suo disaccordo davanti alla posizione di Donald Trump contro la comunità musulmana. Lo ha fatto con una lettera aperta pubblicata sul suo blog ufficiale. Il regista statunitense ha reso pubblico il suo pensiero sul candidato repubblicano il quale ha affermato che se viene...