GPVt28I

Sono state rese disponibili le prime immagini dai satelliti radar italiani Cosmo SkyMed che mostrano i danni provocati dal terremoto del 6 febbraio nelle città turche di Gaziantep e Kahramanmaras, due delle più devastate dalla catastrofe.

Le immagini ottenute dai satelliti, gestite dall’Agencia Espacial Italiana (ASI) ed elaborate dall’Instituto Nacional de Geofísica y Vulcanología (INGV Terremoti), serviranno come materiale di soccorso per le equipe che lavorano nelle città in cerca di vittime. Inoltre, secondo l’ASI, l’equipe ha recuperato le immagini dei dati fino al 20 febbraio – periodo in cui sono state registrate centinaia di repliche del temblor principale – attraverso il sistema denominato

Intensity Correlation Difference (ICD) e che ha permesso di creare mappe con i dati.

Sono stime basate sulle modifiche nell’area analizzata, come una prima e una successiva, quindi, i punti che hanno subito modifiche strutturali si registrano con precisione.

Bilancio aggiornato del Terremoto in Turchia e Siria

Le varie scosse di terremoto dopo quella devastante di M7,8 hanno causato almeno 43.556 morti in Turchia e la distruzione di 42.000 edifici, costruzioni e abitazioni. Colpita anch’essa dal sisma, la Siria ha registrato 6.700 vittime, per un totale di oltre 50.000 morti legate al terremoto.

Valentina ContiMeteo TerremotiCatastrofe,INGV Terremoti,Sentito il Terremoto,Siria,Terremoto,Terremoto Oggi,Terremoto Siria,Terremoto Turchia,Turchia,Ultima Ora Terremoto,Ultime Notizie Terremoto
Sono state rese disponibili le prime immagini dai satelliti radar italiani Cosmo SkyMed che mostrano i danni provocati dal terremoto del 6 febbraio nelle città turche di Gaziantep e Kahramanmaras, due delle più devastate dalla catastrofe. Le immagini ottenute dai satelliti, gestite dall'Agencia Espacial Italiana (ASI) ed elaborate dall'Instituto Nacional...