Terra cava: esiste una Civiltà con proprio Sole dentro il pianeta?

Dal 18° secolo, la comunità scientifica ha discusso la possibilità di un regno sconosciuto chiamato Terra Cava. In seguito alla pubblicazione di alcune fotografie scattate dal satellite ESSA-7 negli anni ’70, dove si vedeva il cielo limpido al Polo Nord, è stato rivelato un grande buco nel punto in cui doveva trovarsi il Polo.

Ingressi alla Terra Cava

Dopo che ESSA USA ha pubblicato le immagini, è iniziata la controversia. Scienziati, ricercatori indipendenti e teorici hanno discusso dell’esistenza di questo buco perfettamente circolare nell’Artico. Ray Palmer, ufologo ed editore della rivista Flying Saucers, ha detto che la fotografia della NASA è stata la prova propizia per considerare le teorie sull’esistenza di civiltà sotterranee e avanzate.

Terra cava: esiste una civiltà con il proprio Sole sotto la superficie?

Considerando che esisteva già una storia del 1928, narrata nel diario dell’esploratore polare, l’ammiraglio Richard E Byrd, le prove si stanno accumulando. Byrd ha detto che mentre sorvolava uno dei poli, è stato in grado di vedere alcune valli enormi e meravigliose e animali preistorici che abitavano l’area. Per molti, questa storia ha causato un grande impatto e ha sollevato un’ondata di teorie sull’esistenza della Terra Cava.

Dopo aver trovato la scrittura sulle esperienze di Byrd, sono stati pubblicati molti articoli e libri relativi all’argomento.

(adsbygoogle=window.adsbygoogle||[]).push({})
Come quelli scritti da Amadeo. Nel libro di Giannini “Worlds Beyond the Poles”, si afferma che l’esploratore non ha solo sorvolato l’Artico. Era stato in grado di accedere al centro della Terra attraverso uno dei tanti buchi nel luogo.

Nel dicembre 1959, una teoria fu pubblicata nella rivista di Ray Palmer che si riferiva al libro di Giannini e alla Terra Cava. Il suo clamoroso successo ha dimostrato che migliaia di persone credevano nella teoria. Secondo Palmer e Giannini, l’ammiraglio Byrd ha trasmesso via radio che sotto la neve c’erano zone di terra, vegetazione, montagne, laghi, fiumi, foreste e uno strano animale simile a un mammut.

Scienza e teorie

Le immagini satellitari hanno mostrato l’esistenza di buchi nei poli terrestri. Dal XIV secolo, la persona responsabile della scoperta della cometa di Halley, l’astronomo reale d’Inghilterra accreditato, Edmund Halley, propose la teoria che la teoria della Terra Cava. Inoltre, ha detto che il suo interno era diviso in 3 coni centrati e al centro era lava fusa che fungeva da Sole interno. Questa teoria è stata supportata dallo stesso Newton.

Anche Leonhard Euler, un genio matematico del XVIII secolo, sosteneva la teoria della Terra cava. Affermò inoltre che ai poli del globo c’erano due aperture che servivano da ingresso. A parte una miriade di ipotesi scientifiche, l’idea della Terra Cava è stata una musa ispiratrice per una varietà di artisti e scrittori. Il viaggio di Giulio Verne al centro della Terra, del 1864, è una delle opere più famose che ne parla.

La ricerca continua, per scoprire cosa si nasconde sotto il mantello terrestre.

Un progetto guidato dall’ex Unione Sovietica nel 1965 consisteva nello scavare un pozzo profondo 15 chilometri che chiamarono Kola. I risultati di questo studio non sono stati divulgati pubblicamente, ma si ritiene che le “voci umane e animali” possano essere ascoltate attraverso microfoni ultrasensibili.

Tuttavia, anche la scienza si è contraddetta a questo riguardo. Alcuni sostengono che ogni 30 metri la temperatura aumenta di un grado. Se questo è vero, il centro della Terra dovrebbe raggiungere circa 220 mila gradi Celsius. Ciò renderebbe il centro del pianeta molto più caldo del Sole, la cui crosta raggiunge i 6 mila gradi Celsius.

Ci sono molte domande su questa teoria, soprattutto a causa del silenzio delle agenzie speciali e delle restrizioni che impongono agli investigatori.

Andrea TosiScienzaTopPolo Nord,Spazio UFO,Terra Cava,Terra Cava Abitanti,Terra Cava Ingressi,Terra Cava Video
Dal 18° secolo, la comunità scientifica ha discusso la possibilità di un regno sconosciuto chiamato Terra Cava. In seguito alla pubblicazione di alcune fotografie scattate dal satellite ESSA-7 negli anni '70, dove si vedeva il cielo limpido al Polo Nord, è stato rivelato un grande buco nel punto in...