Teschi allungati in Perù: DNA suggerisce che non erano umani.

Sulla costa del Perù, una città misteriosa è apparsa circa 3.000 anni fa ed è scomparsa 1.000 anni dopo. Oggi la conosciamo come Paracas, un termine Inca per descrivere quella zona. In tombe enigmatiche, Tello ha scoperto una serie di resti umani controversi che cambieranno per sempre il modo in cui guardiamo ai nostri antenati e alle nostre origini.

I corpi nelle tombe avevano alcuni dei più grandi teschi allungati mai scoperti sul pianeta, chiamati teschi di Paracas. L’archeologo peruviano ha scoperto più di 300 teschi misteriosi che si ritiene abbiano almeno 3000 anni.

Come se la forma dei teschi non fosse abbastanza misteriosa, una recente analisi del DNA eseguita su alcuni dei crani presenta alcuni dei risultati più enigmatici e incredibili che sfidano tutto ciò che sappiamo sull’albero evolutivo umano e l’origine.

La deformazione cranica dei crani umani era un fenomeno che esisteva in tutti i continenti abitati, infatti esiste ancora. In generale, queste erano le élite di una società ei neonati erano deformati cranialmente per farli apparire diversi dalla popolazione generale.

In Perù e Bolivia c’erano molte società con teste allungate, inclusa la famiglia reale Inca.

Teschi allungati in Perù: DNA suggerisce che non erano umani.

Erano una specie di razza d’élite che ha vagato per l’intero pianeta? Perché gli antropologi parlano raramente di deformazione cranica e ne sanno così poco?

Ora, recenti test del DNA dei primi Paracas indicano che non erano originari del Perù e che in realtà non erano Homo sapiens. È interessante notare che il DNA mitocondriale, ereditato dalla madre, ha mostrato mutazioni sconosciute a qualsiasi uomo, primate o animale trovato sul pianeta Terra. Le mutazioni presenti nei campioni di cranio di Paracas suggeriscono che i ricercatori avessero a che fare con un “umano” completamente nuovo, molto diverso da Homo sapiens, Neanderthal e Denisova.

Secondo quanto riferito, le persone dei crani di Paracas erano così biologicamente diverse che sarebbe stato impossibile per gli esseri umani incrociarsi con loro. “Non sono sicuro che questo si adatti all’albero evolutivo conosciuto”, ha scritto l’antropologo.

Chi erano questi esseri misteriosi?

Si sono evoluti separatamente sulla terra? Cosa li ha portati ad avere differenze così drastiche dagli esseri umani comuni? Ed è possibile che questi esseri non siano realmente dalla terra? Tutte queste possibilità sono teorie che non possono essere annullate date le prove attuali.

Tutto quello che sappiamo finora è che ci sono molte cose che vanno oltre la comprensione di ricercatori, storici e scienziati. È possibile che, dopotutto, la domanda se siamo soli nell’universo possa essere risolta grazie ai teschi di Paracas.

Andrea TosiScienzaTopAlieni,Alieni sulla Terra,Civiltà Aliene,Civiltà Antiche,Civiltà extraterrestre,Civiltà perdute,misteri,Paracas,Perù,scoperta scientifica,Spazio UFO,SPAZIO UFO OVNI,Starchild,Teschi,Teschi Paracas,Teschio umano,Test DNA,UFO Perù,Video YouTube
Sulla costa del Perù, una città misteriosa è apparsa circa 3.000 anni fa ed è scomparsa 1.000 anni dopo. Oggi la conosciamo come Paracas, un termine Inca per descrivere quella zona. In tombe enigmatiche, Tello ha scoperto una serie di resti umani controversi che cambieranno per sempre il modo...