Duello tra Rossi e Marquez a Sepang nel Gp di Malesia in MotoGP.

Dani Pedrosa ha vinto il Gran Premio della Malesia a Sepang, penultima prova del Motomondiale MotoGP. Lo spagnolo della Repsol Honda ha dominato battendo Jorge Lorenzo su Yamaha, il quale ha guadagnato ancora punti preziosi su Valentino Rossi giunto terzo dopo un duello oltre il limite con Marc Marquez.

Dopo un evidente ostruzionismo di Marquez che prima “lascia” passare Lorenzo e poi si cimenta in una lotta senza senso su Rossi, come nel Gp d’Australia sette giorni fa, il “dottore” perde la pazienza (e pure la testa), quando ha obbligato alla caduta lo spagnolo il quale e’ stato costretto al ritiro.

Ad una gara dal termine Valentino Rossi comanda la classifica con 312 punti, mentre Lorenzo raggiunge quota 305, ma l’italiano dovra’ partire in ultima posizione a Valencia per via dei tre punti di penalita’ sul patentino, inflitti dalla direzione di gara come sanzione, e che sono stati aggiunti a quelli che aveva preso a Misano. In Spagna si correra’ l’8 novembre.

Non ci sono scuse per il comportamento di Valentino Rossi. Se Marquez stava giocando contro di lui per “proteggere” la corsa di Jorge Lorenzo, il Team di Rossi avrebbe potuto denunciare il comportamento del pilota spagnolo alla giuria e aspettare il verdetto, ma Rossi ha deciso di fare di testa sua e rovinare tutto.

La prima versione dei fatti di Valentino Rossi al termine della gara: “Purtroppo ho perso molto tempo con Marc sulla curva 14 ho cercato di andare un po’ largo per prendere una linea migliore, anche perche’ con lui avevo dei problemi, si e’ avvicinato a me ed e’ caduto nel momento in cui mi e’ venuto vicino. In una gara normale potevamo battagliare con Jorge e invece abbiamo perso dei punti e sara’ piu’ difficile la gara di Valencia”.

Il commento di Dani Pedrosa dopo le immagini in TV: “E’ stata una lotta molto aggressiva, caricata dalle tensioni del giovedi’, si sono trovati in gara e hanno cominciato a sorpassarsi. E’ cominciata una lotta che fino alla caduta e’ stata normale, quello che non capisco e’ il movimento della gamba di Valentino non si puo’ dire se lo ha toccato, mi piacerebbe vedere altre volte le immagini. Gesto naturale? Dipende da come si vuole vedere, io non la penso cosi’. I tifosi della Motogp vogliono vedere gare belle, ma non queste cose qui”.

Il commento di Jorge Lorenzo: “Se fa cadere Marquez e Marc è a zero punti lo stesso punteggio deve avere anche Rossi. Non è giusto. Rossi lo ha fatto cadere e ha guadagnato 16 punti, Marc nessuno. Valentino doveva essere meno aggressivo, altri, per cose meno gravi, hanno ricevuto sanzioni più pesanti. Sarà al via nel Gp di Valencia ma non è giusto. E’ incredibile, non volevo crederci, non avevo mai visto nulla del genere. Incredibile che questo possa succedere ma devo rispettare la decisione anche se non la condivido”.

Dopo la sanzione Valentino Rossi ha rilasciato un’altra dichiarazione: “Purtroppo non volevo arrivare a questa fase, mi sarei voluto solo giocare il campionato con Jorge, ma Marquez ha dimostrato che quello che ho detto giovedi’ in conferenza era vero. Speravo che smascherandolo e facendolo ragionale si fosse comportato in maniera diversa e invece oggi ha fatto anche peggio di Phillip Island. Nel contatto non volevo farlo cadere, non era mia intenzione, volevo portarlo fuori traiettoia, soprattutto perche’ mi ha portato allo svenimento e cercavo di fuggire, mi stava facendo un attacco scorretto. Quando sono andato largo ci siamo toccati ma non e’ assolutamente vero che gli ho dato un calcio, anche perche’ la motogp non cade con un calcio. Ha cercato di curvare mi ha toccato con il manubrio la gamba, se guardate le immagoni dall’elicottero si vede che quando mi scivola il piede dalla pedana lui era gia’ caduto. Io volevo solo dirgli basta. La sanzione? Il mio non e’ stato un fallo di reazione, volevo mandarlo fuori traiettoia, bisogna guardarle bene le immagini. Con questa sanzione ha vinto Marquez. Il suo piano di farmi perdere il campionato è andato a buon fine, non penso che sia una decisione giusta perché non lo volevo far cadere”.

Ovviamente la versione di Marc Marquez e’ diametralmente opposta a quella di Valentino Rossi: “All’inizio ho fatto un po’ di fatica. Ci siamo sorpassati con Valentino e il mio obiettivo era solo quello di passarlo. Alla curva 14 mi ha sorpassato, mi ha guardato e quando mi ha visto li vicino mi ha dato un calcio e sono andato a terra. Si e’ visto bene dalle immagini, nel calcio questo e’ un cartellino rosso e li’ si lascia il campo, invece qui sono uscito io, mentre lui ha girato fino alla fine arrivando terzo. Un colpo di nervosimo ci puo’ stare, ma ci stiamo giocando la vita. Io a Valencia voglio vincere per me stesso, voglio fare la mia gara per concludere al meglio la stagione e avere maggiori motivazioni per il prossimo campionato”.

Invece, cosa che in pochi hanno notato, Jorge Lorenzo ha superato Valentino Rossi durante una bandiera gialla, come dimostra questo fotogramma:

Jorge Lorenzo supera Valentino Rossi con la bandiera gialla.

Antonio VivesSportTopJorge Lorenzo,Malesia,Marc Marquez,MotoGP,Sepang,Valentino Rossi
Dani Pedrosa ha vinto il Gran Premio della Malesia a Sepang, penultima prova del Motomondiale MotoGP. Lo spagnolo della Repsol Honda ha dominato battendo Jorge Lorenzo su Yamaha, il quale ha guadagnato ancora punti preziosi su Valentino Rossi giunto terzo dopo un duello oltre il limite con Marc Marquez. Dopo...