Reporter afferma che gli Stati Uniti nascondono resti di UFO OVNI

Nonostante il fatto che un gruppo di lavoro del Congresso degli Stati Uniti abbia affermato di non possedere resti di UFO, un giornalista ha rivelato che invece hanno nascosto resti di astronavi aliene per decenni.

Recentemente si è tenuta un’udienza insolita in cui è stata discussa la prova dell’esistenza di UFO, e su cui la giornalista del New York Times, Leslie Kean, si è detta insoddisfatta di quanto detto. E’ convinta che il governo degli Stati Uniti abbia in suo possesso resti di UFO.

Il governo degli Stati Uniti ha prove di resti di UFO, nonostante le affermazioni fornite dal Congresso“, ha assicurato la giornalista. Il mondo intero ha assistito in trepida attesa mentre il Congresso degli Stati Uniti ha partecipato a un’audizione per discutere le informazioni che il governo ha attualmente sull’attività extraterrestre.

Tuttavia, alcuni politici hanno chiesto ai capi della difesa di prendere più sul serio gli avvistamenti di UFO. Alcuni erano insoddisfatti della mancanza di risposte chiare offerte dal Congresso.

Così è apparsa Leslie Kean, scrittrice e giornalista che scrive per il New York Times ed è specializzata in reportage sull’argomento.

Libro UFO OVNIs scritto da Leslie Kean

Riflettendo sull’audizione del Congresso poco dopo l’evento e durante un’intervista su Podcast UFO con Martin Willis, Kean ha suggerito che le informazioni continuano a essere nascoste.

L’ospite ha chiesto se durante il dibattito al Congresso il comitato ha affermato che nessun materiale era stato recuperato dagli incidenti UFO.

Kean ha detto: “Lo hanno fatto, hanno detto, ‘non in nostro possesso, non in possesso della task force.’ Bene, sì, puoi star certo che se queste cose esistono, non sono nell’ufficio della task force. Sono in un programma di accesso speciale sepolto in profondità. Ciò non significa che non ce l’abbiamo, significa solo che la task force non ce l’ha“.

Informazioni UFO nascoste?

la giornalista del New York Times, Leslie Kean

La giornalista ha anche riconosciuto che il gruppo di lavoro sugli UAP non esisteva fino a tempi recenti. Inoltre, ha affermato che questo potrebbe essere il motivo della sua mancanza di informazioni. Ha anche aggiunto che se esistono manufatti o relitti recuperati, sono stati in “nostro” possesso da molto più tempo. Forse, al riparo da qualche parte:

“Sì, esiste e credo che esista. Penso che il nostro governo abbia alcune prove fisiche, molte fonti me lo hanno detto, e in effetti, il programma AATIP ha tenuto briefing per i membri del Congresso e altri che sostanzialmente ne hanno discusso. Quindi è molto probabile che abbiano delle cose e penso che stia diventando sempre più chiaro col passare del tempo”.

Tuttavia, Kean ha accettato che permangano dei dubbi su ciò che tale materiale UFO potrebbe rappresentare. Ha anche riconosciuto che non si tratta necessariamente di materiale extraterrestre. Allora lo diciamo noi: sono resti di velivoli con tecnologia sconosciuta realizzati sulla Terra? Se sono terrestri, potrebbero essere stati costruiti con tecnologia inversa degli UFO?

Andrea TosiScienzaTopAlieni,Avvistamenti UFO,Dossier Segreti UFO,Dossier UFO,Mistero UFO,Spazio UFO,SPAZIO UFO OVNI,Stati Uniti,UAP,UFO OVNI
Nonostante il fatto che un gruppo di lavoro del Congresso degli Stati Uniti abbia affermato di non possedere resti di UFO, un giornalista ha rivelato che invece hanno nascosto resti di astronavi aliene per decenni. Recentemente si è tenuta un'udienza insolita in cui è stata discussa la prova dell'esistenza di...