Arturiani: osservatori della Terra e protettori provenienti dalla Quinta Dimensione.

Sempre più persone raccontano le loro esperienze di contatto con gli Arturiani, una razza della stella Arturo, a 37 anni luce dalla Terra. Secondo diverse teorie, una porta si è chiusa dietro il flusso della coscienza dell’umanità e la successiva si aprirà solo quando il bagaglio di una storia problematica viene lasciato indietro, che supera di gran lunga la sfera attuale e quella planetaria.

In questo spazio sospeso dalla coscienza, la dualità sembra essere estremamente incredibile. Le correnti della coscienza individuale si muovono, nella maggior parte dei casi, nella direzione della collisione piuttosto che nell’armonia e nella coesistenza. Metaforicamente espressa, l’umanità a livello collettivo viene liberata dai bagagli pesanti, cercando la febbre tra coloro che si rannicchiano lì, sperando di mantenere il più possibile e forzare la porta accanto.

Quindi vediamo numerosi conflitti tra persone, istituzioni, dottrine e sistemi di credenze di qualsiasi tipo. In realtà, non ci sono cose nuove, solo che siamo in una sorta di spazio sospeso e non possiamo uscire da qui, e quindi esprimiamo tutti i nostri conflitti interni in risoluzione, guarigione e liberazione.

Arturo degli Arturiani

Il sistema stellare di Arcturus ospita una delle civiltà aliene più avanzate nella nostra galassia. È una civiltà vibrazionale 5D, un prototipo (modello di ruolo) per la civiltà futura.

L’energia vibratoria specifica di questa civiltà agisce come un guaritore emotivo, mentale e spirituale per l’umanità sulla Terra, ma anche come una “porta” per le anime degli uomini al momento della morte e della nascita. Questa energia funziona come una stazione di transizione e adattamento della coscienza non fisica alla specificità del mondo fisico.

Il libro “Le chiavi di Enoch” (il libro della conoscenza) descriveva questa energia come una sorta di centro intermedio di adattamento e pianificazione utilizzato dalle Fraternità fisiche nel nostro universo

locale per governare e amministrare i molteplici esperimenti condotti con la fisica in questa area galattica.

“L’amore è la componente fondamentale”.

Il percorso verso la realizzazione della Divinità è l’obiettivo di ogni arturiano e si riflette in ogni aspetto della sua società. Gli Arturiani insegnano che l’amore è la componente fondamentale della vita nella quinta dimensione. Ci insegnano che la negatività, la paura e i sensi di colpa devono essere superati (per distacco e coscienza) e sostituiti dall’amore e dalla luce spirituale.

Arturiani: osservatori della Terra e protettori provenienti dalla Quinta Dimensione.

Arcturus è la stella più luminosa della costellazione di Bootes e dista 36 anni luce dalla Terra. Gli Arturiani lavorano a stretto contatto con i Maestri Ascesi che loro chiamano Fraternità della Totalità. Lavorano anche a stretto contatto con quello che chiamano il comando galattico. Gli Arturiani viaggiano nell’universo con le loro navi interstellari che sono tra le più avanzate dell’intero universo.

Chi sono gli Arturiani?

Uno dei motivi per cui la Terra non è mai stata attaccata da alieni estranei, era la loro paura delle navi avanzate degli Arturiani. Queste navi interstellari sono il culmine della perfezione nella tecnologia cosmica. Una delle sue navi che sono parcheggiate vicino alla Terra è chiamata la Nave della stella di Atene, dal nome della dea greca.

La società arturiana è governata da ciò che chiamano i Saggi. Sono rispettati dagli Arturiani per la conoscenza avanzata della loro saggezza e per energie vibratorie estremamente elevate e raffinate.

Più è alta la frequenza dell’energia di vibrazione, più è vicina a Dio. Tutti gli Arturiani hanno un aspetto identico e ne sono orgogliosi perché hanno eliminato le tendenze del confronto e dell’invidia così presenti nella società umana sulla Terra. Gli Arturiani sono bassi, alti 1 – 1,2 m e sottili.

Gli Arturiani sono gli esseri più amorevoli e non giudicano mai nessuno. La loro pelle ha un leggero tono blu verdastro chiaro, hanno solo 3 dita, hanno la capacità di muovere gli oggetti con il potere della mente (telecinesi) e sono totalmente telepatici.

I loro occhi sono molto grandi e color mandorla, scuri – bianchi o neri, ma la loro visione si basa su una proporzione schiacciante di capacità telepatica e visione sottile (non vista fisica). Il loro orecchio è molto sviluppato, persino superiore alle capacità telepatiche. Hanno la capacità di sentirsi anche con la parte posteriore della testa, vivono da 350 a 400 anni e si nutrono di un liquido effervescente che ha poteri vitalizzanti per tutto il corpo.

Il progresso spirituale degli Arturiani permette loro di non invecchiare mai, di essere in grado di viaggiare (oltrepassare) il tempo e lo spazio. Terminano le loro vite quando scade il loro contratto, quando fissano i dettagli delle loro vite. Non ci sono malattie in Arcturus, essendo completamente sradicate centinaia di anni fa.

Andrea TosiScienzaTop5a Dimensione,Alieni,Amore,Arturiani
Sempre più persone raccontano le loro esperienze di contatto con gli Arturiani, una razza della stella Arturo, a 37 anni luce dalla Terra. Secondo diverse teorie, una porta si è chiusa dietro il flusso della coscienza dell'umanità e la successiva si aprirà solo quando il bagaglio di una storia...