Hangar 18, rivelazioni UFO sulla misteriosa Nave Extraterrestre raccontate in un film.

Hangar 18 si trova in Ohio, negli Stati Uniti. Si dice che le navi extraterrestri furono portate lì dal 1947. È meno noto dell’Area 51, però molti sostengono che questa sia la vera base di ricerca sugli UFO. “Durante la missione di lancio di un satellite, tre astronauti entrano in contatto con un UFO. Il satellite si scontra con lui e scompare dopo un’esplosione”. E ancora: “Terre gravemente danneggiate a sud-ovest degli Stati Uniti, dove viene catturato e trasferito dal governo in una base aerea nascosta, l’hangar 18”.

Hangar 18 è anche un film che continua a provocare discussioni all’interno della comunità UFO, in parte dovuto al fatto che è stato rilasciato nel 1980 e quest’anno, i dettagli dell’incidente di Roswell hanno iniziato a penetrare nella coscienza popolare con la pubblicazione di alcuni libri.

Altrettanto significativo nel 1980, e indubbiamente collegato agli sviluppi di quel luogo, fu l’inserzione silenziosa nella comunità UFO del termine “Majestic 12“. Ora è definitivamente assunta nella cultura popolare, essendo apparsa in film, spettacoli televisivi, fumetti e videogiochi

L’Hangar 18 inizia, come abbiamo detto prima, nell’orbita terrestre mentre la NASA si prepara a lanciare un satellite sotto l’occhio vigile dell’esercito americano. Proprio come il satellite viene lanciato dalla navetta spaziale, si scontra con un UFO, uccidendo un astronauta della NASA nella baia di lancio. Ciò è testimoniato dall’altro equipaggio del traghetto, i nostri eroi Bancroft e Price (interpretato da Gary Collins e James Hampton).

Al loro ritorno sulla Terra, gli uomini cercano risposte, ma ben presto si rendono conto che il loro governo ha istigato un insabbiamento e che anche loro vengono “tenuti” al buio. Abbiamo appreso che, dopo la collisione in orbita, l’UFO fece un atterraggio controllato nel deserto dell’Arizona, dove fu catturato dai militari statunitensi.

La nave aliena viene presto trasportata nell’Hangar 18, classificato top secret, dove viene studiata dagli scienziati della NASA (guidata da Darren McGavin). A bordo della nave, gli scienziati fanno una serie di scoperte sorprendenti:

• I piloti alieni, sebbene morti, non sono fisicamente danneggiati e hanno un aspetto quasi umano. Gli scienziati concludono che gli alieni visitavano la Terra fin dai tempi antichi, che erano visti come dei, che si mescolavano con le donne della Terra e che “iniziavano” la vita umana come la conosciamo oggi.

• Una donna umana è anche a bordo della nave extraterrestre.

Quando i medici la rimuovono, la donna si sveglia in uno stato di terrore. Si pensa che è stata rapita.

• Nei files di dati della nave aliena, gli scienziati trovano glifi simili a quelli usati dalle antiche civiltà della Terra. Gli scienziati scoprono anche ampie immagini di sorveglianza aerea delle centrali elettriche terrestri, delle basi militari e delle principali città. Apparentemente, gli alieni erano stati attivamente interessati alle nostre capacità tecnologiche.

Hangar 18, rivelazioni UFO sulla misteriosa Nave Extraterrestre raccontate in un film.

Nel frattempo, Bancroft e Price sono perseguitati nella loro ricerca della verità e vengono presi di mira dal governo per omicidio. Price muore, ma Bancroft sopravvive e finalmente trova la sua strada per l’Hangar 18 a bordo della nave aliena. Gli scienziati della NASA alla fine decifrano i glifi alieni, il che indica che gli esseri stavano progettando di tornare sulla Terra in massa nel prossimo futuro.

Prima che tutte queste informazioni abbiano la possibilità di diffondersi, gli agenti del governo portano un jet telecomandato pieno di esplosivi nell’Hangar 18, con l’obiettivo di uccidere tutti coloro che sono coinvolti nella copertura, seppellire il segreto in modo permanente.

Tuttavia, senza la conoscenza della squadra d’assalto del governo, molti scienziati della NASA, così come Bancroft, si trovano all’interno del veicolo spaziale alieno quando avviene la esplosione. La nave si rivela invincibile e i sopravvissuti all’interno decidono di far conoscere la verità sull’UFO.

La descrizione dell’Hangar 18 con alieni dall’aspetto umano è particolarmente interessante, così come l’idea che questi esseri hanno spinto la razza umana.

Questi stessi dettagli appariranno tre anni dopo in un rapporto “segreto” dell’Aeronautica, mostrato alla scrittrice e giornalista UFO Linda Moulton Howe, come parte della sua preparazione per un documentario UFO. Il 9 aprile 1983, durante un incontro presso la base aeronautica di Kirtland nel New Mexico, Richard Doty, addetto alle indagini speciali dell’aeronautica militare, presentò a Howe un documento la cui copertina recitava: “Documento informativo per il Presidente degli Stati Uniti d’America sulla questione dei veicoli non identificati (UAV)”.

Doty disse a Howe che avrebbe letto il documento su richiesta dei suoi superiori, ma sottolineò che gli era proibito portare il documento con sé e prendere appunti di qualsiasi tipo. Il documento, di grande importanza, dettagliava molti aspetti del fenomeno UFO e includeva un elenco di incidenti e recuperi di dischi volanti.

L’elenco comprendeva due episodi separati vicino alla regione di Roswell nel 1947 e un altro nel 1949, che portò alla cattura di un alieno vivo che fu portato ai Laboratori Nazionali di Los Alamos. Apparentemente, l’alieno fu tenuto prigioniero prima di morire per cause sconosciute nel 1952. Altri incidenti elencati nel documento includono le posizioni degli Aztechi nel New Mexico, Kingman in Arizona e Loredo in Texas.

La cosa più scioccante per Howe era un paragrafo in cui si diceva che gli alieni avessero manipolato il DNA in una specie di primati in evoluzione per creare l’Homo sapiens. In un’altra parte del documento è stato osservato che gli alieni avevano creato un essere sulla Terra il cui scopo era quello di insegnare agli esseri umani l’amore e la non violenza. Howe fu stupito: “Stiamo parlando di Gesù Cristo”, disse a Doty, che non disse nulla in risposta, ma che, dice, sembrava profondamente a disagio.

D’altra parte, l’autore e ricercatore Mike Clelland ha sottolineato che i parallelismi tra il contenuto di Hangar 18 e il rapporto mostrato a Linda Moulton Howe sono così sorprendenti che “il documento che Howe vide poteva benissimo essere stato scritto dal personaggio di Darren McGavin da ciò che ha imparato nel film”.

Inoltre Clelland afferma: “Abbiamo una giornalista (Linda M) che ha ricevuto un documento segreto dall’Aeronautica nel 1983. La conclusione è che (i funzionari) volevano che queste informazioni fossero rese pubbliche. Tre anni prima, il film Hangar 18 “diffondeva” le stesse informazioni nelle vesti di un film d’azione”.

Cosa ti sembra? Vieni a commentare l’articolo nella nostra pagina Facebook Spazio UFO.

Andrea TosiScienzaTopAlieni,Film,Hangar 18,NASA,Nave Aliena,Nave Extraterrestre,Spazio UFO,Ufo
Hangar 18 si trova in Ohio, negli Stati Uniti. Si dice che le navi extraterrestri furono portate lì dal 1947. È meno noto dell'Area 51, però molti sostengono che questa sia la vera base di ricerca sugli UFO. “Durante la missione di lancio di un satellite, tre astronauti entrano...