Le impronte di una antica civilta' che faranno riscrivere la storia dell'uomo.

Sono antiche di 800 mila anni le impronte ritrovate in Inghilterra quasi un anno fa. Un gruppo di archeologi affermano oggi che sono la prova che dimostrerebbe che gli esseri umani hanno vissuto sulla Terra molto prima di quello dichiarato nei libri di storia dagli studiosi tradizionali. Ritengono che siano impronte lasciate da un gruppo di adulti e bambini quasi un milione di anni fa.

Le incredibili impronte umane sono stati effettivamente registrate per la prima volta due anni fa a Norfolk, in Inghilterra. Ecco cosa ha dichiarato il dottor Nick Ashton del British Museum:

“All’inizio non eravamo sicuri di cosa stavamo osservando, ma dopo aver rimosso ogni residuo di sabbia della spiaggia e spugnato via l’acqua di mare, era chiaro che le cavita’ somigliavano a delle stampe, forse impronte umane”.

Le impronte di una antica civilta' che faranno riscrivere la storia dell'uomo.

Con l’ausilio di una tecnica chiamata fotogrammetria, tecnica di rilievo che permette di acquisire dei dati metrici di un oggetto (forma e posizione) tramite l’acquisizione e l’analisi di una coppia di fotogrammi stereometrici, i ricercatori sono stati in grado di registrare la superficie dove sono state trovate le impronte prima che il mare le potesse erodere. Gli esperti sono stati in grado di confermare che le impronte analizzate appartenevano a un gruppo di un massimo di cinque persone che vivevano nella zona oltre 800 mila anni fa.

Si stima che l’altezza di questi umani viariava da circa 0,9 a oltre 1,7 metri. Questa gamma di altezza suggerisce quindi un mix di adulti e bambini con l’impronta piu’ grande che probabilmente era di un maschio. Molti siti archeologici della zona hanno regalato ai ricercatori prove della fabbricazione di utensili in pietra (congiuntamente alla scoperta di ossa fossili) che risalgono a 800 mila anni, fatto che confermerebbero le analisi fatte su queste incredibili impronte umane.

800,000-YEAR-OLD HUMAN FOOTPRINTS FOUND IN NORFOLK.

Ecco le immagini video in questo prezioso documentario di Natural History Museum, eseguito dal team di scienziati e archeologi del British Museum, del Natural History Museum e del Queen Mary University di Londra.

E’ possibile che le impronte lasciate per i postumi siano state fatte da persone della specie Homo antecessor, che erano noti per essere presenti in altre parti d’Europa e non solo in Africa.

8 jul 1994 > Hallan en nivel TD6 de la Gran Dolina (Atapuerca) los restos de Homo antecessor.

Andrea TosiScienzaAntica Civiltà,Homo antecessor,Impronte Umane,Natural History Museum,Norfolk
Sono antiche di 800 mila anni le impronte ritrovate in Inghilterra quasi un anno fa. Un gruppo di archeologi affermano oggi che sono la prova che dimostrerebbe che gli esseri umani hanno vissuto sulla Terra molto prima di quello dichiarato nei libri di storia dagli studiosi tradizionali. Ritengono che...