k9OnnXe

  • Kevin Knuth, un ex ricercatore della NASA e attuale professore di fisica presso la State University di New York ad Albany, ha spiegato perché crede che alcuni UFO potrebbero essere veicoli spaziali alieni e come la scienza sia stata negligente al riguardo.

Il tema extraterrestre rimane un tabù per la scienza, al di là dei piccoli organismi microscopici. Tuttavia, i professionisti che hanno lavorato per le agenzie di sicurezza e spaziali hanno affermato che gli UFO, attualmente accettati dal Pentagono come UAP, potrebbero essere velivoli alieni.

UAP potrebbe essere navi aliene

Il metodo scientifico richiede che le ipotesi siano verificabili e riproducibili. Gli incontri ravvicinati con gli UFO non consentono queste opzioni, rendendo il loro studio molto complicato. Ma il problema principale è che l’argomento continua a essere tabù.

Mentre la popolazione generale accetta l’esistenza di oggetti volanti non identificati come possibili extraterrestri, i governi, la comunità scientifica e i media si sono presi la responsabilità di minimizzare i casi con argomenti inverosimili. Negare o omettere prove importanti di origine aliena.

Questo allontana il soggetto da un serio studio scientifico e lo indirizza invece nel comodo regno della pseudoscienza e della cospirazione.

Lo scetticismo sugli UFO divenne una specie di religione con un’agenda; negare la possibilità che gli UFO possano essere astronavi aliene. Lo fanno attraverso spiegazioni scadenti o mancanza di prove, qualcosa che influenza sia la scienza che i suoi metodi.

A questo si aggiunge il tono beffardo con cui i media sono soliti riprodurre qualsiasi notizia. Anche a prescindere da quali agenzie di sicurezza abbiano ufficializzato, in una certa misura, l’esistenza di fenomeni aerei sconosciuti.

Sempre più astronomi credono negli UFO

u1DCleP

Ma alcuni astronomi hanno assistito personalmente ad avvistamenti UFO. Nel 1977, Peter Sturrock, professore di scienze spaziali e astrofisica alla Stanford University, inviò 2.641 questionari sugli avvistamenti UFO ai membri dell’American Astronomical Society.

Ha ricevuto 1.356 risposte, di cui 62 hanno affermato di aver assistito o registrato un fenomeno aereo inspiegabile. Questo 4,6% è simile alla percentuale del 5% di avvistamenti, secondo il rapporto COMETA, che rimangono inspiegabili.

Altri studi, come il poco noto Rapporto Speciale N° 14 del Project Blue Book, arrivano fino al 21%. Non sorprende che Sturrock abbia concluso che l’attendibilità di questi testimoni era molto alta. Dopotutto, il suo compito era osservare il cielo notturno.

Va notato che l’80% degli astronomi che hanno risposto ha dichiarato che sarebbero disposti a studiare il fenomeno se ci fosse un modo per farlo senza essere ridicolizzati. Il questionario ha anche rivelato che gli scienziati più giovani erano più disposti a sostenere apertamente lo studio sugli UFO.

Gli UFO o UAP sono stati avvistati attraverso i telescopi dagli astronomi, essendo un fenomeno che non ha alcuna spiegazione ancora oggi. Tuttavia, la scienza continua a non prendere sul serio le teorie sulla possibilità che si tratti di navi aliene.

L’esistenza di altre civiltà avanzate continua ad essere un argomento controverso. Nonostante negli ultimi anni diversi esperti abbiano aderito a una nuova tendenza che intende studiare seriamente l’argomento, la comunità scientifica continua a guardarlo con scetticismo.

Andrea TosiScienzaTopAlieni,Avvistamenti UFO,NASA,Nave Extraterrestre,Nave spaziale,Spazio UFO,SPAZIO UFO OVNI,Vita extraterrestre
Kevin Knuth, un ex ricercatore della NASA e attuale professore di fisica presso la State University di New York ad Albany, ha spiegato perché crede che alcuni UFO potrebbero essere veicoli spaziali alieni e come la scienza sia stata negligente al riguardo. Il tema extraterrestre rimane un tabù per...