Viaggi nel Tempo: PC portatile in un Naiskos dell'Antica Grecia

I manufatti in numerose occasioni hanno fornito un ottimo materiale per formulare teorie della cospirazione, come ad esempio la scoperta, nel dicembre 2015, di un “cellulare” vecchio di 800 anni. A questo proposito, nelle ultime settimane, l’attenzione si è concentrata su una scultura dell’antica Grecia che, secondo alcuni, sarebbe la prova del viaggio nel tempo.

Si tratta di un rilievo funerario in marmo del Paul Getty Museum in California, Stati Uniti d’America, conosciuto con il nome di “Tomba in naiskos di donna sul trono con servo“, che risale a circa 100 anni aC.

(adsbygoogle=window.adsbygoogle||[]).push({})
Il servo tiene tra le mani un oggetto rettangolare che, secondo alcuni teorici della cospirazione, rappresenta un moderno computer portatile.

Un moderno computer portatile laptop?

“L’affermazione è ridicola perché è chiaramente una scatola”, ha commentato l’archeologa classica Dorothy Lobel King a Discovery News. Il museo stesso ha anche spiegato che l’oggetto non è altro che “una scatola superficiale”, che poi aggiunge: “La rappresentazione di un morto che estende la mano verso un oggetto sostenuto da un servo, ha una lunga storia nell’arte funeraria greca e probabilmente allude alla speranza di continuare con i piaceri terreni nella vita dopo la morte”, sono stati aggiunti dal museo.

Andrea TosiScienzaTopAntica Grecia,Computer portatile,Cospirazione,Naiskos,Viaggio nel tempo
I manufatti in numerose occasioni hanno fornito un ottimo materiale per formulare teorie della cospirazione, come ad esempio la scoperta, nel dicembre 2015, di un 'cellulare' vecchio di 800 anni. A questo proposito, nelle ultime settimane, l'attenzione si è concentrata su una scultura dell'antica Grecia che, secondo alcuni, sarebbe...