mistero india societa segreta

In India circola una leggenda diffusa su un’organizzazione segreta che presumibilmente possiede una grande quantità di conoscenze avanzate. Si ritiene che si siano formati più di 2000 anni fa, i Nove Uomini Sconosciuti sono ampiamente sospettati di manipolare le tendenze politiche e sociali al fine di promuovere gli obiettivi personali dei Nove. Ma un’organizzazione così segreta esiste davvero o è solo leggenda?

Una storia delle origini come nessun’altra

La società dei Nove Uomini Sconosciuti fu fondata poco dopo il 226 aC dall’imperatore Ashoka. Nipote del leggendario imperatore che unificò il subcontinente indiano, Chandragupta, Ashoka era ansioso di sostenere l’eredità di suo nonno e mantenere l’impero. Nella regione tra Calcutta e Madras, i Kaligan resistettero al dominio imperiale, provocando una guerra totale.

Si dice che le forze di gran lunga superiori di Ashoka abbiano ucciso oltre 100 mila guerrieri di Kalinga e deportato oltre 150 mila abitanti dei villaggi della regione. Anche se aveva vinto la guerra, Ashoka era inorridito dalla carneficina che una simile vittoria comportava. Da quel momento in poi, ha giurato di rinunciare per sempre alla violenza.

Nove Uomini Sconosciuti

L’imperatore Ashoka è meglio conosciuto per la sua conversione al buddismo e per i suoi sforzi per diffondere la religione pacifica in tutta l’India, così come in Malesia, Ceylon e Indonesia. I suoi sforzi contribuirono alla successiva ascesa del Buddismo in Cina, Nepal, Tibet e Mongolia. Ashoka era vegetariano giurato ma non obbligava gli altri a fare lo stesso. In effetti, era incredibilmente tollerante nei confronti delle altre sette religiose. Tuttavia ha vietato il consumo di alcol.

Soprattutto, “rinunciò all’idea di cercare di integrare il popolo ribelle, dichiarando che l’unica vera conquista era conquistare i cuori degli uomini mediante l’osservanza delle leggi del dovere e della pietà, perché la Sacra Maestà desiderava che tutte le creature viventi godessero di sicurezza, pace, felicità ed essere liberi di vivere come volevano” (Pauwels e Bergier). L’Imperatore era così impegnato in questa missione che cercò di impedire ai suoi simili di impiegare la loro intelligenza per perpetrare il male, in particolare il male coinvolto nella guerra.

ashoka

Il compito di raccogliere, preservare e contenere tutta la conoscenza era troppo grande per essere svolto da un solo imperatore, anche a causa degli altri

doveri richiesti nel governare un impero. Così Ashoka convocò nove delle menti più brillanti dell’India dell’epoca. Per motivi di sicurezza, l’identità di questi uomini non è mai stata resa pubblica. Insieme, questi geni formarono una società segreta che divenne nota come i Nove Uomini Sconosciuti.

Cosa studiarono i Nove Uomini Sconosciuti?

L’organizzazione venne fondata accumulando tutta la conoscenza scientifica possibile, dalle scienze naturali alla psicologia fino alla composizione della materia. Temendo che se agli uomini comuni fosse stata data la conoscenza scientifica l’avrebbero usata per la distruzione, solo ai Nove Uomini fu permesso di studiare e sviluppare teorie e tecnologie scientifiche. Per realizzare meglio questo compito arduo, ciascuno dei nove fu incaricato di un libro specifico che avrebbe dovuto aggiornare, rivedere e infine perfezionare la conoscenza in esso contenuta.

Quando uno dei nove non era più in grado di portare a termine l’incarico, sia per desiderio di pensionamento, per problemi di salute o per morte, l’obbligo veniva trasferito al successore prescelto. Il numero dei membri della società doveva sempre essere nove. Quindi la società dei Nove Uomini Sconosciuti sarebbe vissuta per oltre 2000 anni.

Nove Uomini Sconosciuti Ashoka India

Le speculazioni sul contenuto di ciascuno dei nove libri variano ampiamente. Talbot Mundy, uno scrittore inglese, pubblicò un libro intitolato The Nine Unknown Men nel 1923, che conteneva un elenco dei nove libri. Questo elenco è diventato generalmente accettato.

  • Propaganda: il primo libro trattava le tecniche di propaganda e di guerra psicologica. “La più pericolosa di tutte le scienze è quella di plasmare l’opinione delle masse, perché consentirebbe a chiunque di governare il mondo intero”, secondo Mundy.
  • Fisiologia: il secondo libro trattava la fisiologia e spiega come uccidere una persona semplicemente toccandola, noto come ‘il tocco della morte’, semplicemente mediante l’inversione di un impulso nervoso. Si dice che l’arte marziale del Judo sia il risultato di “fughe” dal secondo libro.
  • Microbiologia: il terzo volume si concentra sulla microbiologia e sulla biotecnologia.
  • Alchimia: il quarto trattava dell’alchimia e della trasmutazione dei metalli. Secondo un’altra leggenda, in tempi di grave siccità, i templi e le organizzazioni di soccorso religioso ricevevano grandi quantità di oro da “una fonte segreta”.
  • Comunicazione: il quinto libro conteneva uno studio di tutti i mezzi di comunicazione, terrestri ed extraterrestri. Alludendo quindi al fatto che i Nove Uomini Ignoti erano a conoscenza della presenza aliena.
  • Gravità: il sesto libro si concentra sui segreti della gravitazione e sulle istruzioni effettive su come realizzare l’antico Vimana vedico (come Vaiminika Shastra sulla tecnologia aerospaziale).
  • Cosmogonia: Il settimo conteneva la cosmogonia e le questioni dell’universo.
  • Luce: l’ottavo trattava della luce, inclusa la velocità e come usarla come arma.
  • Sociologia: il nono e ultimo libro tratta della sociologia. Comprendeva regole per l’evoluzione delle società e i mezzi per prevederne il declino”. (Mundy parafrasato da Ancient Explorers).

mistero Nove Uomini Sconosciuti

La Società Segreta è un fatto o un mito?

Ma i Nove Uomini Sconosciuti erano reali? Ashoka potrebbe benissimo aver chiesto a nove uomini dall’identità sconosciuta di raccogliere conoscenze scientifiche, in particolare per quanto riguarda la loro applicazione alla guerra. Fu un periodo molto litigioso e si sa che altri imperatori ordinarono iniziative simili. Questi uomini potrebbero aver esplorato le tattiche di battaglia e l’addestramento di diversi imperi, la produzione di armi, la gestione di cavalli/elefanti e forse anche l’uso della polvere da sparo.

Tuttavia, è difficile credere che un antico gruppo abbia vissuto in segreto per oltre 2000 anni, controllando eventi globali dalle remote giungle dell’India senza il minimo accenno di attrezzature, infrastrutture o tecnologia moderne. Per molti, la leggenda è molto probabilmente solo una leggenda.

Andrea TosiLifeStyleTopAlieni,Ashoka,conoscenza avanzata,Illuminati,India,Nove Uomini Sconosciuti,organizzazione segreta,Spazio UFO
In India circola una leggenda diffusa su un'organizzazione segreta che presumibilmente possiede una grande quantità di conoscenze avanzate. Si ritiene che si siano formati più di 2000 anni fa, i Nove Uomini Sconosciuti sono ampiamente sospettati di manipolare le tendenze politiche e sociali al fine di promuovere gli obiettivi...