Diserbante Roundup Monsanto Bayer

La società chimico-farmaceutica tedesca Bayer ha vinto l’ultima causa legale relativa all’erbicida controverso Roundup prodotto da Monsanto, che è stato collegato a diversi tipi di cancro per la presenza di glifosato.

Il tribunale superiore della contea di San Benito, in California, Stati Uniti, ha emesso venerdì una sentenza a favore di Monsanto, la multinazionale acquistata da Bayer nel 2018, respingendo così il ricorso presentato da un californiano che ha citato in giudizio l’azienda per le accuse secondo cui l’uso dell’erbicida gli ha causato linfoma non Hodgkin, un cancro che

colpisce il sistema immunitario.

Bayer ha costantemente negato le accuse contro Roundup, affermando che gli studi hanno dimostrato che il glifosato e l’erbicida di Monsanto sono sicuri per l’uso umano.

Nel comunicato, l’azienda ha dichiarato che la sentenza del tribunale, che ha posto fine alla sua serie di cinque sconfitte legali in cause simili, “è coerente con le prove in questo caso che Roundup non provoca il cancro e non è responsabile della malattia del ricorrente“.

“La sentenza continua il solido record dell’azienda nei processi, in cui ha vinto dieci dei quindici casi più recenti, e conferma la sua strategia di portare i casi in tribunale basandosi sul peso schiacciante del supporto scientifico e normativo coerente in tutto il mondo per la sicurezza di questi prodotti”, ha dichiarato Bayer.

Valentina ContiEsteriTopBayer,Diserbante,Erbicida Roundup,Glifosato,Monsanto,Stati Uniti
La società chimico-farmaceutica tedesca Bayer ha vinto l'ultima causa legale relativa all'erbicida controverso Roundup prodotto da Monsanto, che è stato collegato a diversi tipi di cancro per la presenza di glifosato. Il tribunale superiore della contea di San Benito, in California, Stati Uniti, ha emesso venerdì una sentenza a favore...