Le teorie del complotto sul Coronavirus Covid-19.

Il nuovo coronavirus Covid-19 continua ad espandersi in tutto il pianeta con la costante conferma di nuovi casi. Con la stessa velocità, almeno in apparenza, si stanno diffondendo teorie della cospirazione che assicurano che diversi potenti attori preparino azioni sinistre con il virus. La ricerca che abbiamo condotto su queste idee che coinvolgono situazioni di salute mostra che sono potenzialmente pericolose per la società quanto lo scoppio stesso.

Una delle spiegazioni solleva la possibilità che il coronavirus sia un’arma biologica progettata dalla CIA come strategia di guerra contro la Cina. Altri conspiranoici, nel frattempo, sono convinti che i governi del Regno Unito e degli Stati Uniti abbiano introdotto il virus per raccogliere fondi grazie al vaccino che sarebbe stato creato per combatterlo.

Sebbene molte di queste teorie siano prese con la pinza, la convinzione che i poteri malvagi tracciano un piano segreto è diffusa in tutte le società e spesso si riferiscono alla salute. Un sondaggio condotto da YouGov nel 2019 ha rivelato che il 16% degli spagnoli che hanno risposto alle domande ritiene che il virus dell’HIV sia stato creato e diffuso in tutto il mondo da un gruppo segreto. Nel frattempo, il 27% dei francesi e il 12% degli inglesi che hanno presentato il questionario erano convinti che “la verità sugli effetti dannosi dei vaccini veniva deliberatamente nascosta al pubblico”.

La proliferazione di notizie false e teorie del complotto sul coronavirus è tale che l’Organizzazione mondiale della sanità (OMS) ha deciso di creare una sezione sul suo sito Web per smantellare i miti che sono sorti intorno al virus.

Propagazione delle teorie della cospirazione

La ricerca mostra che le teorie della cospirazione tendono a sorgere in situazioni di crisi sociale, come quando si verifica un attacco terroristico o si verificano improvvisi cambiamenti politici o recessioni economiche.

Pertanto, le teorie si moltiplicano in periodi di incertezza e minaccia in cui cerchiamo un significato per un mondo impantanato nel caos, con circostanze simili a quelle che si verificano con focolai virali, il che spiega la portata delle teorie del complotto in relazione con il coronavirus.

Le circostanze erano simili quando l‘epidemia del virus Zika ebbe luogo durante il 2015 e il 2016. Le teorie della cospirazione su Zika sostenevano che il virus non era un evento naturale, ma un’arma biologica. Nei commenti di Reddit sull’epidemia si può vedere che le congetture sulla cospirazione sorsero in risposta all’estrema incertezza che la popolazione sentiva in quel momento.

La fiducia nelle raccomandazioni degli operatori sanitari e delle organizzazioni è essenziale per il corretto trattamento di una crisi sanitaria. Tuttavia, gli individui che scelgono di concedere credito alle teorie della cospirazione di solito non credono nei gruppi che percepiscono come potenti. Questi includono rappresentanti politici e aziende farmaceutiche. Se le persone non si fidano, è improbabile che seguano le linee guida delle autorità sanitarie.

I ricercatori hanno dimostrato che le teorie della cospirazione legate alle emergenze mediche hanno il potere di aumentare la sfiducia nelle autorità sanitarie, che può tradursi in difficoltà quando la popolazione adotta misure per proteggersi. Coloro che seguono queste linee di pensiero hanno meno probabilità di essere vaccinati o di assumere antibiotici, mentre hanno maggiori probabilità di consumare integratori o vitamine naturali. Inoltre, tendono ad esprimere che si fiderebbero dei consigli forniti loro da persone al di fuori del campo della salute, come i loro amici o familiari.

Gravi conseguenze

Alla luce di questi risultati, le persone che danno credibilità alle teorie del complotto sul coronavirus hanno meno probabilità di seguire consigli sulla salute, come il rispetto dell’isolamento o lavarsi le mani frequentemente e accuratamente usando il sapone per le mani con base alcolica.

Invece, queste persone hanno maggiori probabilità di sviluppare atteggiamenti negativi nei confronti delle misure di prevenzione o addirittura optare per trattamenti alternativi pericolosi. Ciò aumenterebbe la possibilità che il virus si diffonda e metta in pericolo più persone.

In effetti, possiamo già vedere come questi “approcci medici alternativi” proliferano sul coronavirus Covid-19, alcuni dei quali sono molto pericolosi. I seguaci della famosa Cospirazione QAnon, ad esempio, sostengono che il coronavirus è stato progettato da quello che chiamano “stato profondo” e che può essere tenuto a bada bevendo candeggina…

L’espansione delle teorie della cospirazione medica può anche avere gravi conseguenze per altri settori sociali. Ad esempio, durante l’epidemia di peste nera in Europa, gli ebrei furono presi come “capo di turco”. Le teorie della cospirazione di allora hanno facilitato il verificarsi di attacchi violenti e persino massacri contro le comunità ebraiche in tutto il continente. Nel nostro caso, lo scoppio del coronavirus ha provocato un aumento mondiale degli attacchi razzisti contro persone con caratteristiche fisiche tipiche dei paesi dell’Estremo Oriente.

Ora, è possibile agire contro questi focolai di teorie della cospirazione e fermarli. La ricerca in tal senso mostra che campagne che difendono argomenti contrari a quelli di queste teorie possono ottenere un certo successo. Esistono giochi come Bad News, in cui l’utente può assumere il ruolo di produttore di fake news, che ha dimostrato di migliorare la capacità delle persone di identificare la disinformazione e di non esserne vittima.

Le teorie della cospirazione possono essere molto dannose per una società. Non solo influenzano le decisioni che le persone prendono in merito alla propria salute, ma possono interferire nelle relazioni che i diversi gruppi sociali intrattengono tra loro, che possono alimentare comportamenti ostili e persino violenti contro tutti coloro che sono percepiti come “cospiratori” .

Pertanto, i governi, e contemporaneamente alla lotta per prevenire la diffusione del coronavirus, dovrebbero anche agire per evitare che la disinformazione e le teorie della cospirazione diventino fuori controllo.

Andrea TosiScienzaTopArma biologica,Coronavirus,Cospirazione,Covid-19,Teoria del Complotto,Teorie del complotto
Il nuovo coronavirus Covid-19 continua ad espandersi in tutto il pianeta con la costante conferma di nuovi casi. Con la stessa velocità, almeno in apparenza, si stanno diffondendo teorie della cospirazione che assicurano che diversi potenti attori preparino azioni sinistre con il virus. La ricerca che abbiamo condotto su...