allattamento come fare primi giorni casa bebe

  • In occasione della settimana mondiale per l’allattamento – dall’1 al 7 ottobre 2022 – i consigli utili della specialista di Parentsmile per gestire il primo periodo a casa con il piccolo.

Dall’1 al 7 ottobre 2022, in tutto il mondo, si celebra la Settimana mondiale per l’allattamento, promossa dall’Organizzazione mondiale della sanità (Oms) per sensibilizzare l’importanza e il valore dell’ allattamento al seno.

Per l’occasione Parentsmile, la prima piattaforma europea per il supporto e il benessere a domicilio di tutta la famiglia, offre una mini guida utile per le neomamme e tutte le famiglie che stanno vivendo o vivranno il momento più atteso: la nascita del proprio piccolo.

Insieme alla puericultrice Afrora Kotepano – esperta selezionata accuratamente da Parentsmile – vediamo quali sono i suggerimenti e consigli utili per vivere al meglio le prime settimane di allattamento.

Il dolce riposo e il mangiar sano

Alla mamma si consiglia un’alimentazione ricca, varia e ben bilanciata per favorire la produzione di latte che richiede non poche energie. Infatti, durante l’allattamento è preferibile mangiare frutta – sia fresca che secca – verdura di stagione – cruda o cotta – carboidrati – pasta, riso, pane e cereali, anche integrali – e proteine animali e vegetali come carne, pesce, uova, latticini e legumi. Sono vietate le bevande alcoliche ed è favorevole limitare il consumo di cioccolato e caffè, perché hanno un effetto eccitante sul sistema nervoso e di conseguenza sul sonno del bambino.

Tecniche di allattamento

Per favorire la produzione di latte è possibile adottare alcune tecniche di rilassamento oltre che massaggiare brevemente i seni qualche minuto prima della poppata.

Si tratta di passaggi semplici e molto importanti, perché utili a prevenire dolori al seno e la stasi del latte con le relative conseguenze come ragade, dotto ostruito, ingorgo e mastite.

Quale posizione assumere? 

Ci sono diverse posizioni che le mamme possono assumere in fase di allattamento e queste variano a seconda dei bisogni e delle caratteristiche sia della madre che del bambino.

La più nota è la posizione a culla: consiste nel sedersi dritte con il bambino posizionato di lato, la sua testa e il suo collo appoggiati lungo l’ avambraccio della mamma e il suo corpo contro la pancia, in una posizione “pancia-verso-mamma”.

Mentre la posizione più adatta ai bambini che soffrono di reflusso gastroesofageo o alle mamme con un forte riflesso di emissione di latte è l’Australian position in cui la madre è seduta e il bambino in posizione verticale.

Non è una questione di orario

Quando si allatta non ci sono orari prestabiliti soprattutto durante il primo mese, perché il bambino si attacca al seno per svariati motivi come bisogno di fame, di coccole e di contatto. Lo stesso vale per la durata delle poppate.

Perché allattare di notte?

Si consiglia di sostenere l’allattamento notturno, perché aiuta ad aumentare la quantità di latte prodotta. Allattare da sdraiate ha diversi benefici: previene ingorghi mammari e dotti ostruiti, aiuta il bambino a poppare meglio perché è più rilassato e assume una maggiore quantità dell’ormone della crescita, fondamentale per lo sviluppo del bambino.

Latte formulato

La scelta di allattare con latte formulato non deve far sentire una mamma inadeguata, al contrario va ascoltata e rispettata. In tal caso è molto importante consultare il pediatra perchè la scelta del latte varia in base a bisogni e particolarità del bambino (peso, allergie, reflusso ecc.).

E il papà?

La presenza del padre durante l’allattamento ha un effetto molto positivo e rassicurante per la mamma e il bambino. Infatti il sostegno della figura paterna può essere di grande aiuto per far funzionare bene il rapporto madre-bambino: può aiutare a calmare il bambino agitato, può portare qualcosa da bere o da mangiare alla mamma mentre allatta, può sistemare i cuscini per permettere una posizione migliore di allattamento o può dare lui stesso il biberon al piccolo.

I bimbi hanno bisogno di contatto fisico e le amorevoli braccia del padre sono davvero un posto fantastico dove riposare e questo non solo sarà di grande aiuto al bambino ai fini della crescita, ma anche alla mamma.

Questi sono piccoli suggerimenti che ricordano a tutte le famiglie l’importanza di un supporto e confronto con specialisti e per questo Parentsmile affianca loro offrendo la possibilità di fissare, in pochi secondi e con veloci clic, una visita a domicilio o un videoconsulto con un professionista specializzato, accuratamente selezionato e validato dal team Parentsmile. 

Accedendo dal sito è possibile prenotare, in tempo reale e con conferma immediata, non solo consulenza con puericultrici, ma anche con logopedisti, terapisti della neuro-psicomotricità, psicologi/psicoterapeuti, nutrizionisti, pedagogisti, baby sitter – educatrici, personal trainer e servizi di ostetriche. Dunque molteplici sono i servizi di Parentsmile, che vanno da quelli di tipo medico, formativo-educativo fino ad arrivare a quelli di tipo assistenziale.

Una volta selezionati lo specialista e il servizio, il genitore è libero di scegliere il giorno e l’ora, compresi anche i weekend e le ore serali, e la modalità della visita (a domicilio o videoconsulto), in base alle proprie preferenze e richieste.

In occasione della settimana mondiale dell’allattamento sarà possibile usufruire del codice sconto MILK22 del valore di 10€ (utilizzabili su tutte le prestazioni).

Andrea PaolaLifeStyleTopAllattamento,Neonati,Neonato
In occasione della settimana mondiale per l’allattamento - dall’1 al 7 ottobre 2022 - i consigli utili della specialista di Parentsmile per gestire il primo periodo a casa con il piccolo. Dall’1 al 7 ottobre 2022, in tutto il mondo, si celebra la Settimana mondiale per l’allattamento, promossa dall’Organizzazione...