Misterioso oggetto spaziale passerà vicino alla Terra nel 2017. Una sonda aliena?

Un misterioso oggetto dello spazio passerà vicino alla Terra il prossimo anno. Gli scienziati non hanno idea di cosa possa trattarsi. Avvistato per la prima volta il 6 novembre del 1991 dall’astronomo James Scotti dell’Università dell’Arizona (USA), l’oggetto Near-Earth è conosciuto con il nome di “1991 VG“.

Alcuni pensano che possa trattarsi di una sonda extraterrestre in quanto viene considerato “strano” a causa della sua anomala rotazione e longevità nello Spazio. Tra le varie teorie su quello che potrebbe essere “1991 VG”, vi è quella di una astronave aliena di perlustrazione, ma anche spazzzatura spaziale e incluso un piccolo asteroide.

Fino ad oggi, gli astronomi non hanno idea di cosa realmente possa essere. Qualcuno suggerisce che possa trattarsi di una sezione del razzo dell’Apollo 12, però Scotti afferma che i tempi non quadrano con questa teoria. L’astronomo ha confermato che stanno cercando in tutte le direzioni per capire da dove provenga l’oggetto spaziale misterioso, ma che con sicurezza possono affermare che non si tratta di pezzi di satellite o parti di razzi spaziali costruiti per opera dell’uomo.

Qualche studioso che sopporta la teoria del complotto, evidenzia come potrebbe trattarsi di un razzo segreto che i sovietici avrebbero lanciato in orbita in passato. Un razzo la cui origine e proposito continuerà ad essere un mistero. Durante il periodo della conquista della Luna, americani e sovietici avevano le stesse posssibilità tecnologiche per raggiungerla e non tutti scartano l’ipotesi che l’oggetto 1991 VG potrebbe essere stato generato da una qualche missione russia dimenticata.

(adsbygoogle=window.adsbygoogle||[]).push({})

Quando è stato scoperto 1991 VG, si è stimato avesse un diametro di 10 metri. Era passato molto vicino alla Terra, a una distanza di circa 290 miglia, 50 miglia in più della distanza tra la Terra e la Luna. La parte misteriosa di 1991 VG è che si mostrò agli occhi di Scotti con uno strano e rapido movimento di rotazione oltre al fatto il suo brillo si è modificato nel tempo. All’epoca, questo comportamento non era stato rilevato in nessun altro oggetto di dimensioni simili. Altro fatto curioso che sorprese gli astronomi 25 anni fa, è che 1991 VG aveva anche un’orbita molto simile a quella del nostro pianeta.

Una sonda extraterrestre controllata dalla Terra. Anche questa teoria ha preso corpo durante gli anni. Il misterioso oggetto potrebbe essere una sonda extraterrestre, come afferma Duncan Steel, un astronomo dell’Università di Adelaide in Australia. È anche vero che in una successiva intervista Duncan affermò che non è completamente convinto che 1991 VG sia di origini aliene. Questa affermazione, però, non ha impedito a molte persone nel mondo di continuare a credere il contrario ooppure a proporre infinite possibilità di cosa possa essere in realtà questo misterioso oggetto nello spazio e che si sta avvicinando nuovamente alla Terra. Tra queste teorie anche quella di un antico materiale staccatosi dalla Luna per un impatto con un asteroide.

Non è finita qui. Duncan Forgan e Arwen Nicholson sono due matematici dell’Università di Edimburgo che suggeriscono che non possiamo scartare l’ipotesi che esistano sonde extraterrestri di origine aliena operando all’interno del nostro sistema solare. In una loro pubblicazione su una rivista di Astrobiologia, viene affermato che avanzate razze aliene stanno utilizzando il campo gravitazionale delle stelle per accellerare le loro navi spaziali, viaggiando facilmente attraverso lo spazio. Curiosamente questa tecnica non è esclusiva degli esseri alieni altamente avanzati, in quanto questa tecnologia viene già utilizzata nelle missioni spaziali delle nostre agenzie. Per esempio le sonde Voyager stanno viaggiando nello spazio utilizzando proprio il campo gravitazionale dei pianeti per guadagnare la velocità necessaria per muoversi e continuare il loro cammino.

Un altro oggetto misterioso è stato recentemente scoperto con una orbita estremamente inusuale. Le comete e gli asteroidi che incrociano l’orbita della Terra normalmente hanno orbite eccentriche. Il nuovo oggetto no, e assieme a 1991 VG, hanno un’orbita molto simile a quella della Terra. Quando è stato scoperto, gli astronomi pensavano che potrebbe trattarsi di una nave spaziale uscita dalla gravità della Terra. 1999 CG9 è molto più brillante di 1991 VG, aspetto che dimostra che stiamo parlando di un oggetto molto più grande, tra i 30 e 50 metri di larghezza, grandezza per esclude, possa trattarsi di un componente di un razzo spaziale lanciato dalla Terra.

Andrea TosiScienzaTop1991 VG,1999 CG9,Asteroidi,Astronave,Mistero UFO,Oggetto Near-Earth,Origini Aliene,Spazio
Un misterioso oggetto dello spazio passerà vicino alla Terra il prossimo anno. Gli scienziati non hanno idea di cosa possa trattarsi. Avvistato per la prima volta il 6 novembre del 1991 dall'astronomo James Scotti dell'Università dell'Arizona (USA), l'oggetto Near-Earth è conosciuto con il nome di '1991 VG'.Alcuni pensano che...