ATLAS scopre Asteroide Troiano di Giove con coda di Cometa.

Gli astronomi sono perplessi. Gli asteroidi e le comete sono due oggetti diversi. Gli asteroidi sono generalmente secchi, inerti, con orbite simili a quelle dei pianeti. Le comete, d’altra parte, hanno orbite lunghe e ad anello: trasportano ghiaccio volatile che genera una coda lunga e polverosa che si avvicina a una stella.

E’ successa una cosa strana: un asteroide che si comporta come tale ma con una coda simile a quella di una cometa.

L’hanno chiamato 2019 LD2. Un nuovo tipo di roccia spaziale che è un incrocio tra un asteroide e una cometa, un asteroide attivo. È un oggetto stellare unico: il primo del suo genere visto vomitare gas come una cometa. L’oggetto condivide la sua orbita con Giove, in uno sciame di asteroidi noti come troiani.

Sebbene altri “asteroidi attivi” con proprietà simili a una cometa non siano sconosciuti, non è mai stato scoperto un asteroide troiano di Giove.

Osservato per la prima volta a giugno 2019 dall’Atteroid Earth Impact Last Alert System (ATLAS) dell’Università delle Hawaii, inizialmente si pensava che LD2 2019 fosse un asteroide debole che condivideva l’orbita di Giove attorno al Sole. Ma quando l’asteroide troiano è riapparso il mese scorso, i dati ATLAS hanno confermato che quasi un anno dopo sembrava ancora una cometa.

Scoprire tale comportamento da un asteroide troiano è importante. Si ritiene che Giove li abbia catturati in orbita miliardi di anni fa. Questi asteroidi avrebbero già dovuto sbarazzarsi di qualsiasi ghiaccio superficiale che potesse vaporizzare e formare “code”. Per questo motivo gli astronomi sono sconcertati.

Suggeriscono che il comportamento cometario improvviso di questo asteroide attivo potrebbe indicare che Giove recentemente l’ha catturato da un’orbita più distante dove potrebbe esistere il ghiaccio. In alternativa, potrebbe aver recentemente avuto una frana o una collisione che ha scoperto ghiaccio sotto i suoi strati di roccia protettiva.

Quel che è certo è che l’universo è pieno di sorprese e le ricerche per proteggere la Terra da pericolosi asteroidi fanno spesso scoperte inaspettate di oggetti innocui ma affascinanti che possono rivelare di più sulla storia del nostro sistema solare.

“Abbiamo creduto per decenni che gli asteroidi troiani dovessero contenere grandi quantità di ghiaccio sotto le loro superfici, ma fino ad ora non abbiamo mai avuto prove”, ha detto Alan Fitzsimmons della Queen’s University di Belfast, Irlanda del Nord, che ha contribuito a rivelare il lato cometario del asteroide. “ATLAS ha dimostrato che le previsioni della sua natura ghiacciata potrebbero essere corrette”.

Fortunatamente, la prima missione di asteroidi troiani verrà lanciata l’anno prossimo, nel 2021, quindi i ricercatori sperano di dare un’occhiata più da vicino al comportamento misterioso di LD2 2019. Per ora, l’attenzione si concentra su ATLAS, che ha già scoperto più di 40 comete.

“Sebbene il sistema ATLAS sia progettato per la ricerca di asteroidi pericolosi, ATLAS vede altri fenomeni rari nel nostro sistema solare e oltre durante la scansione del cielo”, ha dichiarato Larry Denneau, investigatore principale del progetto ATLAS. “È un vero vantaggio per ATLAS fare questo tipo di scoperte”.

Andrea TosiScienzaTopAsteroide 2019 LD2,Asteroidi,Asteroidi pericolosi,Asteroidi troiani,Astronomia,Comete,Giove,Scoperta Spaziale,Sistema ATLAS,Spazio,Spazio News
Gli astronomi sono perplessi. Gli asteroidi e le comete sono due oggetti diversi. Gli asteroidi sono generalmente secchi, inerti, con orbite simili a quelle dei pianeti. Le comete, d'altra parte, hanno orbite lunghe e ad anello: trasportano ghiaccio volatile che genera una coda lunga e polverosa che si avvicina...