sindrome da shock tossico da streptococco giappone

In Giappone si sta verificando un aumento senza precedenti dei casi di sindrome da shock tossico da streptococco (STSS), un’infezione batterica potenzialmente letale che ha già colpito 378 persone nei primi due mesi di quest’anno. I dati del 2023 mostrano che l’anno scorso ci sono stati in totale 941 casi di STSS. Gli esperti ritengono che l’aumento dei casi possa essere dovuto alla fine delle restrizioni anti-Covid in Giappone: è particolarmente allarmante il fatto che ci siano sempre più decessi tra le persone sotto i 50 anni. Il Ministero della Salute giapponese raccomanda di seguire le stesse precauzioni igieniche stabilite durante la pandemia di coronavirus. Si evidenzia l’importanza di essere cauti per chi viaggia in Giappone o torna da lì, poiché il rischio di contrarre la malattia è alto.

C0s’è la sindrome da shock tossico da streptococco (STSS)

La sindrome da shock tossico da streptococco (STSS) è una grave condizione medica causata da un’infezione da streptococco che produce tossine che provocano una reazione immunitaria e infiammatoria e portano a un rapido deterioramento delle condizioni del paziente. I sintomi tipici includono febbre alta, bassa pressione sanguigna, eruzione cutanea rossa e diffusa, insufficienza degli organi e shock. Il trattamento precoce con antibiotici e terapia di supporto è essenziale per migliorare le probabilità di sopravvivenza. La STSS è una condizione rara ma potenzialmente letale e richiede un intervento medico urgente.

Federica SantoniEsteriTopCoronavirus,Covid-19,Giappone,infezione batterica,Pandemia,Pandemia Coronavirus,restrizioni anti-Covid,sindrome shock tossico,Streptococco
In Giappone si sta verificando un aumento senza precedenti dei casi di sindrome da shock tossico da streptococco (STSS), un'infezione batterica potenzialmente letale che ha già colpito 378 persone nei primi due mesi di quest'anno. I dati del 2023 mostrano che l'anno scorso ci sono stati in totale 941...