Google resurrects Google+ from the dead.

Il lancio nel 2011 di Google+ venne fatto con l’intento di proporre al mondo una alternativa a Facebook. Sappiamo bene come Google non riusci’ a realizzare i suoi piani e dopo quattro anni, senza volerlo, Google Plus si e’ trasformato in un’altra cosa. Oggi si vuole fare frutto di questa esperienza per ridisegnare la piattaforma esaltando le migliori qualita’ raggiunte in tutti questi anni, ossia la creazione di comunita’ e la collezione dei contenuti.

Introducing the new Google+

Se facciamo una comparazione a Facebook, dobbiamo affermare che tutt’oggi gli utenti attivi su Google+ sono ancora pochi. Pure quelli di Twitter e Instagram sono maggiori. Quelli pero’ che utilizzano la piattaforma e sono rimasti fedeli al servizio, possono essere contenti di aver approfittato raggiungendo il massimo (per loro).

Google+ non ha nessuno intenzione di abbandonare il campo. Oggi ha evoluzionato per “permettere ai nostri utenti di condividere e scoprire cose meravigliose relazionate ai loro interessi e i loro contatti”. Per questo motivo siamo curiosi di vedere come cambiera’ il disegno tanto nella sua applicazione mobile che nella versione web.

La sfida a Facebook resta quindi ancora aperta.

Andrea TosiTechGoogle,Google Plus
Il lancio nel 2011 di Google+ venne fatto con l'intento di proporre al mondo una alternativa a Facebook. Sappiamo bene come Google non riusci' a realizzare i suoi piani e dopo quattro anni, senza volerlo, Google Plus si e' trasformato in un'altra cosa. Oggi si vuole fare frutto di...