5 Razze Aliene che lottano per dominare la Terra

Gli alieni di cui parleremo in questo articolo, ufficialmente parlando non esistono. In realtà, non abbiamo ancora trovato la prova definitiva che suggerisce che non siamo l’unica specie viventi nell’universo. Anche se questa è la storia ufficiale, sulla base di numerose descrizioni e resoconti di avvistamenti registrati in tutto il mondo, oltre a numerose fonti, l’infinito lavoro degli ufologi, hanno determinato l’esistenza di diverse specie aliene che presumibilmente lottano per dominare il nostro pianeta. Adesso sí, diamo uno sguardo ad alcuni dei più famosi visitatori extraterrestri confermati dalla maggior parte dei testimoni.

Alieni Siriani

I Siriani (foto) sono ritenuti una specie molto antica e avanzata di esseri. Sono indicati come responsabili nell’impartire conoscenze evolute per diverse civiltà nei tempi antichi, come l’egiziano (che avrebbe aiutato con la costruzione delle piramidi, e con informazioni mediche e astronomiche), i Maya, e la civiltà pre-Inca tra le altre.

“Vi sarebbero testimonianze indicanti che i pleiadiani e i siriani nei pianeti da loro colonizzati abiterebbero (anche o solo) in colonie sotterranee. I pleiadiani e i siriani dicono che lo fanno per rispettare la natura, ma è possibile che lo facciano per massimizzare la superficie agricola coltivabile, un’altra ragione potrebbe essere evitare la fine delle loro civiltà sui loro pianeti in caso di impatto di un grosso asteroide” ~ fonte Ufopedia.

Alieni Grigi

I Grigi (foto) sono senza dubbio gli extraterrestri più popolari e più citati nei casi di rapimenti. Su di loro esiste persino una pagina dedicata su Wikipedia la cui introduzione recita:

“I Grigi sono l’ipotetico tipo di extraterrestre intelligente che appare più di frequente nei moderni stereotipi sugli alieni nei media, nell’ufologia e nelle teorie del complotto, incluse le narrazioni di presunti rapimenti alieni”.

I testimoni descrivono spesso questi Alieni come un essere piccolo, con la testa a forma di bulbo e grandi occhi neri. Comunicano in forma telepatica e si dice, in molte teorie del complotto, che hanno fatto diversi patti segreti con i governi di tutto il mondo. Questo video youtube dal titolo “Grey Alien Filmed By KGB” è uno dei documenti più popolari nella rete, con quasi 4 milioni di views.

Alieni Grigi Alti

Non sono così popolari come i normali alieni grigi. I Grigi Alti (foto) sono estremamente alti (ovviamente), sono pallidi e non hanno i capelli. Sono considerati una avanzata razza egocentrica per la quale la vita umana non vale niente. I Grigi Alti sono descritti provenire dalla costellazione di Orione, e secondo il dottor Arthur Horn svolgono un ruolo di supervisione nei confronti degli Alieni Grigi. I corti grigi sono sorvegliati al loro interno dai grigi alti che sono “sette otto piedi più alti”. Questi grigi sono quelli che effettivamente svolgono le missioni “diplomatiche”, come ad esempio negoziando segretamente trattati con i capi di governo della Terra. Vengono spesso paragonati ai comuni “mercenari”.

Alieni Grigi Alti

La conferma per il ruolo diplomatico svolto dai “Grigi Alti” arriva da William Cooper, ex militare della Naval Intelligence degli Stati Uniti, che sostiene di aver visto documenti classificati dove si certifica che i “Grigi Alti” hanno negoziato accordi con l’amministrazione del 34º presidente degli Stati Uniti, il generale Dwight Eisenhower, nelle riunioni a partire nel 1954.

Dopo il 1954 gli alieni sono rimasti in orbita intorno alla Terra con le loro navi spaziali, arrivando ad atterrare alla base “Holloman Air Force Base” in Nuovo Messico, dove è stato raggiunto un accordo di base. Questa razza aliena si è identificata come proveniente da un pianeta intorno ad una stella rossa nella costellazione di Orione, che oggi conosciamo con il nome di Betelgeuse. Loro affermano che il loro pianeta stava morendo e che a un certo momento, in un futuro sconosciuto, non sarebbero più in grado di sopravvivere lì.

Alieni di Zeta Reticuli o Reticoli (Zeta Reticulums)

I presunti alieni chiamati Zeta Reticuli o Reticoli (Zeta Reticulums) provengono dal sistema di Zeta Reticuli, un sistema stellare binario localizzato a 39,2 anni luce dalla Terra. Sono considerati tra gli ufologi come alcuni tra i più noti visitatori dello spazio. Questi esseri sono “alti presumibilmente tra tre o quattro piedi” e sono spesso citati nei casi di rapimento UFO. Come riportato dal sito bibliotecapleyades, le canalizzazioni di Lyssa Royal suggeriscono che provengono da un pianeta chiamato il pianeta Apex nel sistema Lyran. Questo è stato un pianeta che era molto simile alla Terra. La loro crescita spirituale, tuttavia, non corrisponde al loro sviluppo tecnologico che ha determinato il loro cataclisma planetario.

Le esplosioni atomiche hanno cancellato la vita vegetale nel loro pianeta, costringendoli a costruire rifugi sotterranei. È stato durante questo periodo di vita sotterranea nella loro storia, che hanno cominciato a riprodursi attraverso tecniche di clonazione. Sarebbe per questo motivo che continuano nel loro lavoro di sequestro della razza umana: per i loro personali esperimenti. A quanto sembra i Zeta Reticuli starebbero creando una razza ibrida con il mix della razza umana e quella Zeta.

Rettiliani (Uomo Rettile)

I rettiliani (foto) sono descritti come creature a due gambe, con una squamosa pelle verde, un forte odore del corpo e gli occhi grandi con una pupilla verticale. Si ritiene che la loro interazione con l’umanità risale a migliaia di anni fa. Diversi popoli antichi provenienti da tutto il mondo hanno ritratto gli esseri rettiliani, che agiscono in modo ostile verso gli esseri umani. Si ritiene che questi alieni siano stati presenti sulla Terra fin dagli albori dell’umanità e che tuttora stiano operando a nostra insaputa, o quasi. C’è chi sostiene che alcuni leader mondiali siano in realtà dei rettiliani.

Andrea TosiScienzaTopAlieni,Alieni Grigi,Alieni Grigi Alti,Alieni Siriani,Rettiliani,Vita extraterrestre,Zeta Reticuli
Gli alieni di cui parleremo in questo articolo, ufficialmente parlando non esistono. In realtà, non abbiamo ancora trovato la prova definitiva che suggerisce che non siamo l'unica specie viventi nell'universo. Anche se questa è la storia ufficiale, sulla base di numerose descrizioni e resoconti di avvistamenti registrati in tutto...