Yoga Festival: lo stile di vita mediterraneo senza glutine per un esempio di equilibrio e benessere.

Lo YogaFestival Milano ha segnato la terza tappa di Gusto Senza Glutine in Tour, una campagna nel mondo del gusto e del benessere gluten free promossa da Schär, brand del Gruppo Dr. Schär. Un appuntamento, quello dello Yoga Festival, all’insegna del benessere a 360°.

Ognuno di noi è alla ricerca del proprio stato di benessere – dichiara Letizia Saturni, Specialista in scienze dell’alimentazione e membro del Dr. Schär Institute – e ognuno di noi lo cerca, e lo trova in modo diverso facendo qualcosa che lo fa stare bene, come  rilassarsi  ascoltando musica o leggendo un libro, o trovando il tempo per stare con le persone care.  In questa dinamica, un ruolo fondamentale lo assume da sempre il cibo – spiega Saturni – mangiare in modo salutare, consapevole, utilizzando i cinque sensi così che il cibo risulti più buono e gustoso è uno dei segreti chiave. Stare bene con se stessi ed in equilibrio, significa nutrire corpo e mente seguendo i principi dello stile di vita mediterraneo, prendendosi i propri tempi ed praticando attività fisica”.

La Dieta Mediterranea gluten free ed uno stile di vita funzionale

La dieta mediterranea, o più correttamente lo stile di vita mediterraneo, può funzionare, senza rinunce, anche per chi ha un’intolleranza al glutine e deve seguire una dieta senza glutine. La dieta mediterranea, i cui capisaldi sono frugalità, biodiversità, territorialità e stagionalità, declinata in gluten free non deve essere intesa come sinonimo di rinuncia e di privazione, ma come un’occasione di prevenzione e terapia per ritrovare il piacere della cucina buona e salutare. Sfruttare al meglio le proprietà nutrizionali degli alimenti, variare la propria alimentazione, ma anche conoscere le modalità di preparazione dei cibi, sono pratiche quotidiane per ritrovare, tramite l’alimentazione, uno stato generale di benessere.

Mindfull eating: i principi dell’alimentazione consapevole

Spesso mangiamo in modo inconsapevole e inconsapevolmente agiamo sul nostro benessere. Ci sono alimenti che aumentano il benessere del nostro corpo e altri che lo danneggiano. Seguire un’alimentazione consapevole è un modo di vivere il cibo che non vale solo quando siamo a tavola ma anche quando facciamo la spesa, cuciniamo e impiattiamo. Questa è la chiave per raggiungere uno stato di benessere a 360°. Fondamentale è imparare ad ascoltare i segnali del nostro corpo – mangiare quando si percepisce appetito e non fame, smettere quando si sperimenta il saziamento e non quando si è sazi – comprendere meglio le proprie emozioni in relazione ai pasti e viverle in modo più funzionale al proprio benessere. “Il celiaco è l’attore principe di uno stile di vita mindfullness – prosegue Saturni – Chi segue un’alimentazione senza glutine è già di per sé una persona attenta e consapevole, pronta ad ascoltare i segnali del proprio corpo e gli effetti che il cibo può avere”.

Ridurre il glutine nel quotidiano

Il glutine è una miscela proteica presente nel grano e orzo e altri cereali ed è responsabile, nei soggetti geneticamente predisposti, dello stato infiammatorio di buona parte del tratto gastrointestinale e questo si manifesta con gonfiore e dolore addominale, tra i sintomi più comuni di celiachia o disordini glutine correlati. Unica terapia, rigorosa e a vita per il celiaco e temporanea e più flessibile per il sensibile al glutine, è seguire una dieta aglutinata, cioè priva di glutine. “In generale tutti, intolleranti e non, dovremmo ridurre il consumo di glutine – conclude Letizia Saturni – Il glutine, infatti, è una miscela proteica molto complessa che necessita di una digestione prolungata, anche in chi non è intollerante o celiaco. Sarebbe buona prassi, da un lato imparare ad alternare il consumo di prodotti con glutine con quelli senza e dall’altro inserire nella propria alimentazione pseudo cereali – grano saraceno, quinoa e amaranto – e i cereali minori – chia, teff, miglio – naturalmente privi di glutine ma ricchi di minerali, vitamine e fitocomposti utili per contrastare l’effetto dei radicali liberi responsabili delle patologie cronico-degenerative”.

Questi i 5 consigli della Dr.ssa Saturni per raggiungere, migliorando il nostro stile di vita attraverso l’alimentazione, uno stato di benessere:

1. Attuare i principi della dieta mediterranea quali frugalità, essenzialità, biodiversità, stagionalità e territorialità).
2. Seguire un’alimentazione variata, equilibrata e bilanciata.
3. Ridurre il consumo di alimenti contenenti glutine.
4. Dedicare il giusto tempo ai pasti.
5. Fare scelte consapevoli.

Andrea PaolaLifeStyleTopAlimentazione,Dieta senza glutine,Gluten Free,Yoga,Yoga Festival
Lo YogaFestival Milano ha segnato la terza tappa di Gusto Senza Glutine in Tour, una campagna nel mondo del gusto e del benessere gluten free promossa da Schär, brand del Gruppo Dr. Schär. Un appuntamento, quello dello Yoga Festival, all’insegna del benessere a 360°. 'Ognuno di noi è alla ricerca...