Stelle cadenti, arrivano la pioggia di meteoriti Liridi e Pi Puppidi

Due piogge di meteoriti, o stelle cadenti, illumineranno cieli e cuori di molti appassionati di questi eventi cosmici nei prossimi giorni. Le Liridi e le “Pi Pippudi“, arrivate nei nostri cieli tra il 15 e il 16 aprile, raggiungeranno il loro apogeo le notti tra il 22 e il 24 aprile.

Le Liridi sono uno sciame meteorico il cui radiante e’ localizzato nella costellazione della Lira. La sua sigla internazionale è LYR. Si tratta del primo sciame di cui si hanno osservazioni storiche: fu osservato per la prima volta dai Cinesi alcuni secoli A.C. Lo sciame è stato originato dalla cometa C/1861 G1 (cometa Thatcher), che ha un periodo di oltre 400 anni. In genere ha attività non particolarmente appariscente, ma periodicamente ha degli incrementi che lo portano a livelli di circa 100 ZHR. Si osservano meglio nell’emisfero settentrionale del pianeta ma queste stelle cadenti sono visibili, in ogni caso, da qualsiasi parte del mondo.

Le Pi Puppidi sono uno sciame meteorico associato alla cometa Grigg-Skjellerup. Il nome dello sciame deriva dal fatto che il suo radiante si trova in direzione della Poppa, alcuni gradi a sud della stella Pi Puppis, ad una ascensione retta di 112° e una declinazione di −45°; questo fa sì che lo sciame sia visibile solo da osservatori posti nell’emisfero australe o in prossimità dell’equatore. Il radiante fu scoperto nel 1972 e lo sciame può essere osservato ogni 5 anni, ossia ad ogni perielio della cometa generatrice. La loro sigla internazionale è PPU. Si vedeno meglio all’emisfero sud del pianeta e le luci di queste stelle cadenti sono di color giallastro.

Federica SantoniScienzaTopLiridi,Meteoriti,Pi Puppidi,Stelle Cadenti
Due piogge di meteoriti, o stelle cadenti, illumineranno cieli e cuori di molti appassionati di questi eventi cosmici nei prossimi giorni. Le Liridi e le 'Pi Pippudi', arrivate nei nostri cieli tra il 15 e il 16 aprile, raggiungeranno il loro apogeo le notti tra il 22 e il...