Scoperta in Scozia un'isola artificiale più antica di Stonehenge.

Nelle isole Ebridi esterne situate nel nord-ovest della Scozia, gli archeologi hanno trovato due isole artificiali, note anche come crannog. Secondo un articolo pubblicato su Antiquity, le isole furono costruite nel Neolitico, e le ceramiche trovate sono datate intorno al 3,3-3,6 mila anni prima di Cristo. Ciò significa che i crannogs potrebbero essere più vecchi di Stonehenge (dai 3 ai 2 mila anni aC), uno dei monumenti più misteriosi al mondo.

In Scozia, Galles e Irlanda il termine “crannog” si riferisce a un’isola parzialmente o totalmente artificiale, costruita sul fiume o nel lago. Furono usati come case dal periodo neolitico fino al XVII e XVIII secolo. Il tipico crannog era una costruzione di piattaforme di legno, poste su pilastri installati in acque poco profonde. Sulla piattaforma costruirono case di tronchi o tumuli di pietra.

La maggior parte dei crannogs, circa 1200, sono stati conservati in Irlanda.

e in Scozia ce ne sono solo 347. Fino ad ora, gli archeologi hanno creduto che Eilean Domhnuill, costruito vicino alle Ebridi Esterne tra il 3650 e il 2500 aC, sia il più vecchio crannog conservato.

L’indizio: alcuni vasi di terracotta.

Tuttavia, nel 2012 è stato scoperto che Eilean Domhnuill non era il più antico crannog delle Ebridi Esterne. Un uomo del posto, Chris Murray, ex subacqueo della Royal Navy britannica, ha trovato alcuni vasi di terracotta ben conservati durante una delle sue immersioni vicino a una piccola isola disabitata. Murray ha quindi denunciato la sua scoperta a Mark Elliott, un dipendente del museo di storia locale di Stornoway. Gli uomini si unirono per tuffarsi vicino a Lewis e Harris, la più grande isola delle Ebridi Esterne. Insieme hanno scoperto le più antiche ceramiche neolitiche.

Nel 2016-2017, gli archeologi sotto la guida di Duncan Garrow dell’Università di Reading si sono uniti alla ricerca. Hanno condotto ricerche in tre baie vicino a Lewis e Harris utilizzando sonar, batimetria, fotogrammetria aerea e sott’acqua. Grazie a questo, gli archeologi hanno trovato due isolette. Uno di questi 22 × 26 metri, situato a Loch Bhorgastail, era completamente artificiale. L’altro (19 × 17 metri) è stato costruito su una scogliera a Loch Langabhat.

Più vecchio di Stonehenge.

Per costruire entrambe le isole gli antichi abitanti delle Ebridi Esterne usavano pietre fino a 250 chilogrammi e anche ceppi che non erano stati conservati. Vicino a questi crannogs i ricercatori hanno trovato molte pentole di terracotta che vanno da 3640 a 3360 aC., il che significa che sono più vecchie di Stonehenge. Quel monumento, a sua volta, fu costruito due o tremila anni prima della nostra era.

All’inizio di questo mese, gli archeologi hanno presentato la ricostruzione di un’imponente fortezza del 3° secolo in Scozia, costruita da un gruppo umano chiamato Picts. I residenti potrebbero averlo abbandonato alla fine del 4° o all’inizio del 5° secolo.

Andrea TosiScienzaTopArcheologia,Isole Ebridi,Mistero,Scoperta,Scoperte,Scozia,Stonehenge
Nelle isole Ebridi esterne situate nel nord-ovest della Scozia, gli archeologi hanno trovato due isole artificiali, note anche come crannog. Secondo un articolo pubblicato su Antiquity, le isole furono costruite nel Neolitico, e le ceramiche trovate sono datate intorno al 3,3-3,6 mila anni prima di Cristo. Ciò significa che...