La scoperta della mitica tomba di Osiride a Sheikh Abd El-Qurna

Un’altra scoperta che ha segnato il 2015 è stata quella fatta dalla missione archeologica Canarie-Toscana, in cooperazione con il ministero egiziano delle antichità. Questo importante complesso funerario è stato scoperto da una missione congiunta italo-spagnola nel percorso archeologico contrassegnato con il numero 327 nella zona di Sheikh Abd El-Qurna, in Egitto.

Secondo i ricercatori, si tratta di una piccola replica della progettazione di “Osireion” costruito sotto il comando del faraone egiziano Seti I nella città di Abydos (Abido), Luxor (Egitto meridionale).

Sulla parete nord di questo complesso, è stata scoperta una entrata che conduce alla scale del complesso funerario dedicato a una delle più importanti divinità dell’antico Egitto, Osiride. Il culto di Osiride è stata ribattezzato all’inizio del V dinastia (2465-2323 aC).

Il dio della morte e dell’oltretomba, Osiride è una delle divinità dell’Enneade e il suo culto fu uno dei maggiori dell’antico Egitto, dove le sue statue decoravano moltissimi cortili dei templi. Secondo la tradizione era originario della città di Busiris e fu sepolto nella città di Abido, centro del suo culto celebrato con riti e processioni, dove il simulacro della divinità veniva trasportato con la neshmet (la barca sacra, un battello fluviale elevato a simbolo di imbarcazione rituale).

Andrea TosiScienzaArcheologia,Egitto,Osiride,Scoperta
Un'altra scoperta che ha segnato il 2015 è stata quella fatta dalla missione archeologica Canarie-Toscana, in cooperazione con il ministero egiziano delle antichità. Questo importante complesso funerario è stato scoperto da una missione congiunta italo-spagnola nel percorso archeologico contrassegnato con il numero 327 nella zona di Sheikh Abd El-Qurna,...