Superati nel mondo 18 milioni di casi di Coronavirus.

Il coronavirus ha infettato oltre 18 milioni di persone in tutto il mondo e continua a punire l’America Latina e i Caraibi, che hanno superato i 200.000 decessi causati dalla pandemia, mentre gli avvisi-allarmi continuano in nazioni come le Filippine che hanno decretato il confinamento della loro capitale.

Sei mesi dopo che l’Organizzazione mondiale della sanità ha dichiarato un’emergenza globale, diversi paesi che sembravano aver controllato l’epidemia di COVID-19 stanno ora vivendo scoppi preoccupanti, costringendo i governi a ricomporre le misure di contenimento nonostante le loro terribili conseguenze per l’economia.

Lunedì mattina, il governo filippino ha annunciato che Manila e le province che circondano la capitale del paese stanno tornando a un rigido isolamento a causa dell’aumento delle infezioni, che già superano i 100.000, e in seguito a una richiesta esplicita della comunità medica.

Manila e le province di Bulacan, Cavite, Laguna e Rizal torneranno martedì 4 agosto alla quarantena più dura fino al 18 agosto, dopo che 80 associazioni mediche nel paese, in rappresentanza di migliaia di medici e infermieri, firmarono un dichiarazione congiunta che richiede misure più efficaci per fermare la pandemia, poiché dopo cinque mesi gli ospedali sono saturi e il personale medico è esaurito. E tutto questo mentre in Germania hanno protestato migliaia di persone contro le restrizioni del Coronavirus.

Nel frattempo, l’America Latina e i Caraibi, con oltre 201.000 morti e circa 4,9 milioni di casi, sono diventati la seconda regione più colpita dalla pandemia, solo dietro l’Europa, che registra 210.576 morti e 3,1 milioni di casi. .

Brasile (94.104 morti) e Messico (47.746) sono i paesi dell’America Latina più colpiti, seguiti da Perù (19.614), Colombia (10.650) e Cile (9.608). Con una media giornaliera di 2.610 morti, il bilancio delle vittime nella regione è raddoppiato a luglio.

Nel frattempo, gli Stati Uniti stanno affrontando una “nuova fase” della pandemia, che si è diffusa sia nelle aree urbane che in quelle rurali, e ha spinto le autorità a raccomandare di intensificare le misure precauzionali. Dopo aver registrato 47.508 casi e 515 decessi in 24 ore, continua a essere il paese più colpito dalla pandemia con oltre 154.834 decessi e oltre 4,6 milioni di casi.

Il Sudafrica, il paese del continente africano più colpito dalla pandemia, ha già mezzo milione di casi. Nel frattempo, l’Iran ha registrato un nuovo record di contagi in 24 ore, nel mezzo di una riacutizzazione della pandemia nel paese dalla fine di giugno. Aggiunge quindi 309.437 casi e 17.190 morti.

In Australia, che ha superato relativamente bene la prima ondata, con 18.000 casi e 208 morti, per una popolazione di 25 milioni, Melbourne, la sua seconda città più grande, sta disperatamente lottando per tenere a bada l’epidemia, ma l’aumento “inaccettabile” degli infetti Ha portato le autorità a emanare un coprifuoco di sei settimane e a vietare i matrimoni, cosa che non era nemmeno avvenuta nel pieno della crisi.

Nell’Asia orientale, anche i paesi che avevano controllato l’epidemia stanno vivendo nuovi e preoccupanti focolai, e le nazioni europee stanno lottando con la necessità di rilanciare le loro economie malandate e controllare i focolai.

Con quasi 700.000 morti in tutto il mondo, il pianeta è lungi dal vincere la battaglia contro il coronavirus.

Federica SantoniItaliaTopAmerica Latina,Australia,Brasile,Caraibi,Cile,Colombia,Coronavirus,Coronavirus America Latina,Coronavirus Australia,Coronavirus Brasile,Coronavirus Cile,Coronavirus Colombia,Coronavirus Messico,Coronavirus Perù,Coronavirus Stati Uniti,Coronavirus Sudafrica,Covid-19,Messico,Pandemia Coronavirus,Perù,Quarantena,Stati Uniti,Sudafrica,Vaccino Coronavirus
Il coronavirus ha infettato oltre 18 milioni di persone in tutto il mondo e continua a punire l'America Latina e i Caraibi, che hanno superato i 200.000 decessi causati dalla pandemia, mentre gli avvisi-allarmi continuano in nazioni come le Filippine che hanno decretato il confinamento della loro capitale. Sei mesi...