Pugnale Tutankhamon fatto con lega "extraterrestre" dei meteoriti

Uno dei due pugnali che furono trovati avvolti nella mummia di Tutankhamon in Egitto (Tutankhamen in inglese) è fatta con materiale “spaziale” e quindi di provenienza extraterrestre. Sui papiri dell’antico Egitto vi era scritto che il pugnale era fatto con “ferro del cielo”.

L’ipotesi che ha appassionato studiosi di storia egizia e ricercatori di antiche civilità aliene che hanno popolato la Terra, oggi è diventata realtà grazie a delle analisi particolari effettuate con il metodo della fluorescenza di raggi X, svolte da ricercatori dei Politecnici di Milano e Torino, dell’ Università di Pisa, del CNR, in collaborazione con quelli del Museo Egizio del Cairo, dell’Università del Fayoum e della società GXlab.

Ritrovato dall’archeologo Howard Carter nel 1925 tra le bende che avvolgevano la mummia, il pugnale di Tut, abbreviazione con la quale ci si riferisce allo sfortunato faraone Tutankhamon tanto amato negli ambienti degli egittofili, è lungo circa 15 centimetri. Il suo manico è in oro lavorato nel quale sono incastonate piccole pietre multicolori, dai lapislazzuli alle corniole.

La Maschera d’oro di Tutankhamon adesso ha un nuovo rivale in termini di popolarità. La lega di nichel (10 %) e cobalto (0,6%) in concentrazioni tipicamente osservate nelle meteoriti metalliche (e quindi arrivata sulla terra per mezzo dei meteoriti), rende il pugnale di Tut il nuovo oggetto di culto di chi crede nell’esistenza degli alieni, e il periodo dei faraoni d’Egitto è stato senza dubbio uno dei periodi della storia dell’uomo, durante i quali, misteriosi elementi fanno pensare a questa speciale connessione con civiltà di altri mondi, arrivati dallo spazio.

Andrea TosiScienzaTopEgitto,Meteoriti,Pugnale,Tutankhamon
Uno dei due pugnali che furono trovati avvolti nella mummia di Tutankhamon in Egitto (Tutankhamen in inglese) è fatta con materiale 'spaziale' e quindi di provenienza extraterrestre. Sui papiri dell'antico Egitto vi era scritto che il pugnale era fatto con 'ferro del cielo'. L'ipotesi che ha appassionato studiosi di storia egizia...