Tubi di Baigong, mistero sotto una Piramide in Cina

Chi avrebbe potuto costruire una struttura così complessa 150 mila anni fa? In una Era dove l’uomo aveva appena cominciato ad usare il fuoco? I misteriosi tubi di Baigong sono stati un classico esempio di “pseudoarcheologia”, ossia quella archeologia misteriosa, nota anche come fantarcheologia, criptoarcheologia, archeologia alternativa, che dà una interpretazione non scientifica di reperti archeologici o di presunti tali: “tutto ciò che non si conforma al metodo scientifico usato in archeologia è considerato pseudoarcheologia“.

Si trovano dentro una piramide gravemente erosa nella parte superiore del monte Baigong nella provincia di Qinghai, in Cina. Questi tubi sono ritenuti un esempio di OOPArt (acronimo derivato dall’inglese Out Of Place ARTifacts, «manufatti, reperti fuori posto») e sono stati messi in relazione ad una ipotetica visita extraterrestre.

Il mistero però persiste e si fa più profondo. L’analisi del materiale dei tubi non è stata capace di determinare la composizione esatta. Sono fatti sicuramente di ossido ferrico, ossido di silicio e ossido di calcio, ma contengono anche un 8% di un materiale sconosciuto.

Non è affatto semplice spiegare questa sorprendente scoperta. La presenza umana nella regione risale a 30 mila anni fa, composta principalmente da tribù nomadi. Sarebbe stato impossibile per una società primitiva costruire una struttura così avanzata.

Tra le diverse teorie che hanno tentato di spiegare il mistero dei tubi di Baigong, vi è quella che una civiltà umana avanzata poi scomparsa, avrebbe potuto costruire una installazione che necessitava refrigerazione, e le tubazioni che conducono al lago vicino sono tutto quello che rimane. Il lago vicino però ha acqua salata e non dolce. E quindi la domanda è: a cosa serviva l’acqua salata a questa civiltà?
Una risposta possibile è l’elettrolisi. Quando una corrente elettrica passa attraverso l’acqua salata, l’acqua viene decomposta in idrogeno e ossigeno. Tali prodotti sono uno strumento essenziale per ogni civiltà che utilizzi gli aerei. Infine, questa civiltà sarebbe anche non potuto essere umana, ma aliena.

Tra le teorie più accreditate vi è quella che molti geologi credono che i tubi siano semplicemente un qualche tipo di formazione insolita ma naturale. Il nocciolo della questione è che tutte queste sono solo teorie che cercano di spiegare qualcosa che non va bene con il nostro sistema di credenze attualmente accettato.

Andrea TosiScienzaTopCina,Mistero,Piramide,Pseudoarcheologia,Tubi di Baigong,Vita extraterrestre
Chi avrebbe potuto costruire una struttura così complessa 150 mila anni fa? In una Era dove l'uomo aveva appena cominciato ad usare il fuoco? I misteriosi tubi di Baigong sono stati un classico esempio di 'pseudoarcheologia', ossia quella archeologia misteriosa, nota anche come fantarcheologia, criptoarcheologia, archeologia alternativa, che dà...