Un mostruoso buco nero ai primordi dell'Universo

Un buco nero gigante di 12 miliardi di volte piu’ grande del Sole. Scoperto da un team internazionale di astronomi dell’Università di Pechino e dell’Università dell’Arizona, e’ stato individuato nella costellazione dei pesci. Si tratta del quasar piu’ grande e brillante mai individuato prima nello spazio e che, secondi i calcoli, esiste fin dai tempi della creazione dell’Universo o quanto meno nella sua prima tappa di esistenza (800-900 milioni di anni). Si parla infatti che sia apparso mille milioni di anni dopo il Big Bang, generando una quantita’ sproporzionata di luce e energia. La notizia e’ stata pubblicata su Nature.

Lo scoperta di un quasar cosi’ brillante, in verita’ avvenuta gia’ nel 2013, ci stimola alcune riflessioni. Come potevano crescere tanto velocemente i buchi neri supermassivi mentre l’Universo era cosi’ giovane? Come interagivano con le Galassie e il loro intorno? Il quasar scoperto e’ un laboratorio unico per cercare le risposte a queste domande, ha commentato

Xiaohui Fan, membro del team scientifico, dell’Universita’ di Pechino in Cina.

Gli scienziati hanno rilevato che il quasar risulta essere incredibilmente antico. Si e’ formato circa mille milioni di anni dopo il Big Bang, esistendo quindi da circa 12,8 miliardi di anni. E’ incredibilmente brillante e produce piu’ luce e altre forme di radiazioni, che 420 trilioni (milioni di bilioni cioè un milione alla terza) di stelle simili al Sole.

Come ottimamente spiegato su Focus, “e’ inspiegabile la sua dimensione. Deve aver ingurgitato una galassia di stelle per raggiungere le grandezze osservate. Ma essendo molto giovane è impossibile spiegare il meccanismo che gli ha permesso di crescere così velocemente”.

Ricapitolando, il buco nero si trova nel cuore del quasar denominato SDSS J0100 + 2802 e si trova a 12,8 miliardi di anni luce dalla Terra. Averlo osservato a quasi 13 miliardi di anni luce dal nostro pianeta, significa che esisteva gia’ circa 900 milioni di anni dopo il Big Bang.

Ricordiamo inoltre che, nonostante ne siano stati osservati oltre 200 mila dal 1963, anno in cui venne scoperto il primo, i quasar e i buchi neri al loro interno sono ancora enigmi astronomici.

Andrea TosiScienzaTopBuco nero,Quasar,Spazio,Universo
Un buco nero gigante di 12 miliardi di volte piu' grande del Sole. Scoperto da un team internazionale di astronomi dell'Università di Pechino e dell’Università dell'Arizona, e' stato individuato nella costellazione dei pesci. Si tratta del quasar piu' grande e brillante mai individuato prima nello spazio e che, secondi...