Mistero nacchia scura nel Sole

Nessun fuoco d’artificio sul Sole per accogliere il nuovo anno, ma l’enorme macchia scura apparsa al polo sud ha regalato non poca curiosita’. Le foto diffuse dalla NASA nelle ore passate hanno qualcosa di incredibile anche per i dati scientifici che le accompagnano.

Conosciuto come un buco coronale, il fenomeno si e’ verificato nei pressi del polo sud ed e’ visibile come una zona scura che copre tutta la sua base come si puo’ osservare dalle incredibili immagini. Dal buco coronale del Sole escono particelle con il vento solare da una velocita’ di 800 Km al secondo. Le particelle del Sole si muovono lungo i campi magnetici e possono lasciare il Sole invece di essere intrappolate in prossimita’ della superficie.

Il buco coronale in questione e’ stato fotografato dalla NASA il 1° gennaio 2015 dallo strumento Atmospheric Imaging Assembly (AIA) installato sul Solar Dynamics Observatory, e mostra il buco coronale come una regione scura al polo sud del Sole. I buchi coronali sono stati visti per la prima volta nelle immagini scattate dagli astronauti sulla stazione spaziale Skylab della NASA nel 1973 e nel 1974.

I buchi coronali sono una caratteristica tipica del Sole, anche se appaiono in luoghi diversi e con piu’ frequenza in diversi momenti del ciclo di attivita’ solare. Possono essere visti per lungo tempo, anche se la loro forma cambia continuamente: possono rimanere visibile anche oltre i 5 anni. Nell’articolo pubblicato da dailymail.co.uk possiamo trovare un maggior approfondimento della notizia.

Federica SantoniScienzaTopMacchie solari,NASA,Sole
Nessun fuoco d'artificio sul Sole per accogliere il nuovo anno, ma l'enorme macchia scura apparsa al polo sud ha regalato non poca curiosita'. Le foto diffuse dalla NASA nelle ore passate hanno qualcosa di incredibile anche per i dati scientifici che le accompagnano. Conosciuto come un buco coronale, il fenomeno...