Spariscono nell'Oceano alcune Isole Salomone

Almeno cinque isole dell’arcipelago delle Isole Salomone nell’Oceano Pacifico sono state inghiottite dalle acque del mare. Secondo una ricerca effettuata da scienziati australiani che durava dal 1974 e resa pubblica su Environmental Research Letters, le isole che stanno scomparendo dalla mappa geografica del pianeta sono Zollies, Kakatina, Rehana, Rapita e Kale.

L’Isola Kale era la piu’ grande delle cinque isole sprofondate, e ha perso quasi la totalita’ della sua superficie sopra il livello del mare, dall’inizio dello studio. I ricercatori spiegano che le onde del mare che si scontrano contro le isole e l’aumento del livello del mare, provocano il rapido deterioramento di queste isole.

Le isole Salomone sono un gruppo di isole di origine vulcanica situate ad est di Papua Nuova Guinea, tra le latitudini di 5°S e 13°S e le longitudini di 155°E e 169°E, spesso protagoniste di violenti terremoti con conseguenti tsunami. Sono ubicate in prossimità della cintura di fuoco del Pacifico, zona caratterizzata, per l’appunto, da frequenti terremoti: si calcola che il 90% dei terremoti mondiali avvenga all’interno di questa fascia.

Andrea TosiScienzaTopErosione costiera,Isole Salomone,Livello del mare
Almeno cinque isole dell'arcipelago delle Isole Salomone nell'Oceano Pacifico sono state inghiottite dalle acque del mare. Secondo una ricerca effettuata da scienziati australiani che durava dal 1974 e resa pubblica su Environmental Research Letters, le isole che stanno scomparendo dalla mappa geografica del pianeta sono Zollies, Kakatina, Rehana, Rapita...