Perchè Steve Jobs nel nuovo graffiti di Bansky

Banksy, un famoso artista della strada, ha realizzato un graffiti di Steve Jobs su un muro di un campo di rifugiati nella città francese di Calais, per appoggiare in solidarietà i rifugiati siriani. Nel disegno Jobs viene mostrato con un sacco alla spalla e nell’altra mano il suo famoso computer. È vestito come era abituato sempre: un paio di jeans e una maglietta nera a collo alto. Bansky ha scelto Steve Jobs nel realizzare la sua opera perchè risulta che il co-fondatore di Apple è figlio di un migrante di origine della Siria.

Lo scopo, come dice l’artista, è quello che i media “ci vogliono far credere che la migrazione è qualcosa di negativo per le risorse di un paese”.

Banksy fa notare come Steve Jobs era figlio di un migrante siriano e “Apple si è trasformata in una compagnia di successo in tutto il mondo pagando oltre 7 miliardi di dollari in tasse all’anno”. L’artista marca il fatto che Apple “esiste grazie a coloro che hanno dato l’opportunità ad un giovane di originario di Homs”.

Dopo l’attacco terrorista di Parigi del 13 novembre scorso, molti cominciarono a domandarsi sulla sicurezza dei paesi che ospitavano rifugiati siriani. I terroristi che hanno provocato la morte di oltre cento persone nella capitale francese si erano fatti passare per rifugiati della Siria per poter entrare in Europa.

Negli Stati Uniti vari politici, e in primis Donald Trump, vogliono negare l’asilo ai rifugiati siriani dopo i fatti occorsi a Parigi.

Valentina ContiEsteriBanksy,Calais,Graffiti,Migranti,Steve Jobs
Banksy, un famoso artista della strada, ha realizzato un graffiti di Steve Jobs su un muro di un campo di rifugiati nella città francese di Calais, per appoggiare in solidarietà i rifugiati siriani. Nel disegno Jobs viene mostrato con un sacco alla spalla e nell'altra mano il suo famoso...