Pentagono: "stiamo indagando sul fenomeno UFO" (Video).

Il Pentagono, quartier generale del Dipartimento della Difesa (DoD) degli Stati Uniti, ha finalmente confermato di indagare sulle segnalazioni di oggetti volanti non identificati, popolarmente noti come UFO o OVNI, un argomento che prima non commentava mai.

Infatti, un portavoce del Dipartimento della Difesa ha ammesso al giornale “The New York Post” di avere un’iniziativa del governo segreta sotto il nome di “Advanced Aerospace Threat Identification Program” che “ha svolto indagini e cercato di identificare i fenomeni aerei”.

Tuttavia, la Difesa degli Stati Uniti ha chiuso quel programma nel 2012. Ma il portavoce Christopher Sherwood ha riconosciuto che il dipartimento sta ancora indagando sulle presunte notifiche di avvistamenti di velivoli alieni.

“Il Dipartimento della Difesa è sempre interessato a mantenere un’identificazione positiva di tutti gli aeromobili che operano nel nostro ambiente operativo, così come l’identificazione di qualsiasi potenziale capacità estera che possa rappresentare una minaccia per la sicurezza interna”, ha detto Sherwood.

“Il Pentagono continua e continuerà a indagare, attraverso le normali procedure le segnalazioni di aeromobili non identificati rilevati dall’aviazione militare americana al fine di garantire la difesa della patria e la protezione contro il fattore sorpresa da parte dei nostri avversari”, ha aggiunto Sherwood.

Per uno degli investigatori segreti degli UFO per il governo britannico, Nick Pope, i commenti del portavoce del Pentagono sono una rivelazione “bomba”.

“Le precedenti dichiarazioni ufficiali erano ambigue e lasciavano aperta la possibilità che il Programma di Identificazione Avanzata fosse semplicemente interessato ad affrontare le minacce aeronautiche della prossima generazione, come missili, droni e aereonavi, come li chiamano gli scettici”, ha aggiunto Pope.

“Questa nuova ammissione chiarisce che hanno davvero studiato ciò che il pubblico conosce popolarmente come UFO“, ha detto Pope. Ricordiamo ai nostri lettori che Nick Pope sarà presente a Barcellona il 6, 7 e 8 settembre al The Ufology World Congress.

Gli attivisti del fenomeno UFO, che credono che questi velivoli non identificati provengano effettivamente da tecnologia aliena o extraterrestre, hanno sottolineato che l’uso della frase “fenomeni aerei non identificati” non ha precedenti nella sua franchezza.

L’attivista John Greenewald Jr, che ha un sito web chiamato “The Black Vault”, dove raccoglie file governativi declassificati che parlano di rapporti sugli UFO, così come avvistamenti di “Bigfoot” e altri problemi, ha ammesso che è in “shock”.

“Sono così a causa dell’espressione che hanno usato, a quanto pare hanno fatto un sacco di lavoro per non chiamarlo così”, ha detto. “Penso che sia una dichiarazione molto potente, perché ora abbiamo prove ufficiali che dicono “sì, avevamo un programma che si occupava di questi altri casi“”, ha detto.

Greenwald spera che in futuro il Pentagono rilasci maggiori informazioni sul suddetto programma, sia attraverso la divulgazione volontaria, sia attraverso applicazioni del Federal Freedom of Information Act (FOIA).

Andrea TosiScienzaTopAvvistamenti UFO,ovni,Pentagono,Ufo,UFO OVNI
Il Pentagono, quartier generale del Dipartimento della Difesa (DoD) degli Stati Uniti, ha finalmente confermato di indagare sulle segnalazioni di oggetti volanti non identificati, popolarmente noti come UFO o OVNI, un argomento che prima non commentava mai. Infatti, un portavoce del Dipartimento della Difesa ha ammesso al giornale 'The New...