Formazione di un Vulcano nel Sannio-Matese: si scludono terremoti che facciano pensare a questo

Ma è vero che si sta formando un vulcano nel Sannio-Matese? INGV Terremoti ha pubblicato un interessante articolo dal titolo “L’analisi della sequenza sismica del Sannio-Matese del 2013-2014 in un articolo su Science Advances”.

Il suddetto articolo scientifico pubblicato qualche giorno fa su Science Advances (Di Luccio et al., 2018, Seismic signature of active intrusions in mountain chains Sci. Adv. 2018; 4 : e1701825) ha sollevato grande interesse nei media e ha generato numerosi dibattiti.

Tuttavia, come talvolta accade in queste occasioni, ci sono state imprecisioni che hanno generato paure e allarmi ingiustificati. Cerchiamo quindi di chiarire alcuni punti importanti per una corretta comprensione dei risultati e del significato di questa ricerca.

(adsbygoogle=window.adsbygoogle||[]).push({})

Lo studio si basa sull’analisi della sequenza sismica del Sannio-Matese che è iniziata il 29 dicembre 2013. Il terremoto più forte ha avuto una magnitudo (Mw) pari a 5.0 ed una profondità di 22 km. Potete continuarne la lettura seguendo questo link.

Nella stessa pubblicazione, INGV Terremoti arriva a precisare che lo studio in esame non cambia la pericolosità sismica dell’area che è molto elevata.

Per quanto riguarda la pericolosità vulcanica, si esclude che il processo che registrato nel dicembre 2013 sia riconducibile alle fasi, anche iniziali, di formazione di un vulcano nel Sannio-Matese. Non vi è sismicità superficiale, non vi sono manifestazioni idrotermali come quelle presenti, invece, ai Campi Flegrei, non vi sono deformazioni del suolo significative e rapide a scala chilometrica, non vi sono cambi morfologici dovuti a sollevamenti repentini e non vi sono, infine, segnali riconducibili alla continua alimentazione di magmi, anche in profondità.

Valentina ContiMeteo TerremotiTopCampania,INGV,Supervulcano,Vulcano
Ma è vero che si sta formando un vulcano nel Sannio-Matese? INGV Terremoti ha pubblicato un interessante articolo dal titolo 'L’analisi della sequenza sismica del Sannio-Matese del 2013-2014 in un articolo su Science Advances'.Il suddetto articolo scientifico pubblicato qualche giorno fa su Science Advances (Di Luccio et al., 2018,...