Vittime del morbillo in Europa quest'anno.

Ma non esiste il vaccino al morbillo? Eh sì, però un focolaio di morbillo si sta diffondendo in tutta Europa, causando enormi danni. Nei primi sei mesi del 2018, ci sono stati 41 mila casi di infezione virale facilmente prevenibile dei quali 37 persone poi sono decedute. “Abbiamo una situazione molto seria”, ha detto il medico pediatrico Alberto Villani dell’Ospedale Pediatrico Bambino Gesù e il presidente della Società Italiana di Pediatria in Italia.

La ragione della gravità dell’epidemia è il calo dei tassi di vaccinazione.

Per prevenire i focolai, almeno il 95% della popolazione deve essere vaccinato con due dosi del vaccino del morbillo, della parotite e della rosolia (MMR). In alcune parti d’Europa, secondo l’Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS), la copertura vaccinale è inferiore al 70%.

Il movimento anti-vaccinazione è cresciuto negli ultimi anni, in parte grazie a uno studio fraudolento del 1998 dell’ex medico Andrew Wakefield, che è stato rimosso dalla documentazione medica del Regno Unito per cattiva condotta.

Lo studio di Wakefield ha usato risultati deliberatamente falsificati per affermare fraudolentemente che esisteva un legame tra il vaccino MMR e l’autismo, probabilmente per eliminare un brevetto di un vaccino alternativo del morbillo. Sebbene ulteriori ricerche abbiano rilevato che non esiste assolutamente alcun legame tra vaccini e autismo, indipendentemente dalla causa, molti ancora ci credono e rifiutano di vaccinare i loro bambini, incluso il vaccino MMR.

Un documento del 2014 ha rilevato che gli sforzi per correggere informazioni errate erano dolorosamente inadeguati rispetto allo sforzo concertato compiuto dagli attivisti anti-vaccinazione, che usano Internet per diffondere il loro messaggio contro la scienza. Quel messaggio è molto più pericoloso di quanto si potesse pensare all’inizio. Se solo il 5% di una comunità rifiuta di farsi vaccinare, questo può avere un effetto sproporzionato sulla salute pubblica, triplicando il tasso annuale di morbillo. Questo, a sua volta, non influisce solo sui pazienti, ha un impatto sull’intera comunità: aumenta il carico ospedaliero e ha un costo conservativo di US $ 2,1 milioni per il settore della sanità pubblica.

Il morbillo è anche incredibilmente contagioso e potenzialmente letale, specialmente per i bambini piccoli. La Pan American Health Organization (PAHO) ha riportato l’esistenza di numerosi focolai di morbillo nelle Americhe quest’anno, la più grande di esse in Venezuela, dopo che la regione è stata dichiarata esente da questa malattia nel 2016. La maggior parte dei casi è stata registrata in Venezuela (1613 casi) e in Brasile (677), seguita dagli Stati Uniti (91), Colombia (40), Canada (19), Ecuador (17), Argentina (5), Messico (5), Perù (3), Antigua e Barbuda (1) e Guatemala (1).

“Le persone non le vedono e le dimenticano o pensano che le malattie non esistano più”, ha detto il professore di medicina Jeffrey D Klausner dell’Università della California a Davis. “Non si rendono conto che il loro figlio è a rischio di contrarre meningite, encefalite e danni permanenti al cervello“.

Andrea TosiSaluteTopBambini,Morbillo,Salute News,Vaccino Morbillo
Ma non esiste il vaccino al morbillo? Eh sì, però un focolaio di morbillo si sta diffondendo in tutta Europa, causando enormi danni. Nei primi sei mesi del 2018, ci sono stati 41 mila casi di infezione virale facilmente prevenibile dei quali 37 persone poi sono decedute. 'Abbiamo una...