Terremoto Oggi Emilia-Romagna: Sisma M4 con replica M3,5 epicentro 6 Km Cerignale Piacenza | Nord Italia INGV.

Aggiornamento Terremoto Nord Italia. INGV ha confermato due scosse di terremoto avvenute alle 11:42 2 alle 13:16 in Emila-Romagna, con epicentro a pochi Km da Cerignale in provincia di Piacenza. La prima scossa di terremoto, di magnitudo 4 è avvenuta ad una profondità di soli 3 Km, la replica successiva, di magnitudo 3,5, è stata localizzata ad una profondità di 8 Km. Non risultano esserci notizie di danni a persone o cose ma molte persone hanno sentito il terremoto. Ecco i dettagli diffusi da INGV:

Un evento sismico di magnitudo Richter (Ml) 4,2 è stato registrato alle ore 11:42 italiane del 16 aprile 2020 dalla Rete Sismica Nazionale dell’INGV con epicentro nel comune di Cerignale in provincia di Piacenza, alla profondità di 3 km. Circa 12 ore prima (ore 22:02 italiane) un terremoto di magnitudo Ml 3.5 è stato localizzato nella stessa area.

L’area interessata da questo evento sismico è caratterizzata storicamente da sismicità moderata, pur in un contesto di forte incompletezza storica delle informazioni disponibili.

(adsbygoogle=window.adsbygoogle||[]).push({})
Allo stato attuale delle conoscenze, infatti,la storia sismica dell’area appare ragionevolmente rappresentativa solo per il XX secolo. Nella regione durante gli ultimi 100 anni vi sono stati eventi locali con intensità fino al V-VI grado della scala MCS.

Chi ha sentito il terremoto afferma “Una singola scossa sentita molto bene al terzo piano” da Piacenza, “4 piano. Sentito distintamente” da Buccinasco.

L’evento più rilevante della storia sismica dell’area, in termini di impatto materiale, è probabilmente quello di magnitudo Mw 4.6 del 23 dicembre 1980 (un mese dopo il terremoto dell’Irpinia), che produsse qualche danno lungo la fascia appenninica della parte orientale della provincia di Piacenza, in particolare l’alta Val d’Arda e l’alta Val Nure. Le località più colpite furono Castell’Arquato, Morfasso e Carpaneto Piacentino; la scossa fu molto forte e produsse qualche danno anche nella città di Piacenza. Le cronache giornalistiche coeve riferendosi genericamente all’area del Piacentino riportano che ci furono sporadici crolli di vecchie case e alcuni edifici dovettero essere sgomberati perché pericolanti e inagibili.

Negli ultimi anni sono stati registrati dalla Rete Sismica Nazionale dell’INGV alcuni eventi, tra cui un terremoto di magnitudo Ml 4.5 , il 3 ottobre 2012, a circa 20 km ad Est dell’epicentro odierno. Dal punto di vista della pericolosità sismica, l’area interessata è caratterizzata da una pericolosità media con valori di accelerazione attesa tra 0.100 e 0.125 g.

Il terremoto di oggi è stato avvertito con un intensità fino al V grado della scala MCS in zona epicentrale e in misura più lieve (III grado) in un’area molto vasta comprendente la parte orientale della Liguria e la Lombardia fino a Varese.

Federica SantoniMeteo TerremotiTopCerignale,INGV,Nord Italia,Piacenza,Sentito il Terremoto,Terremoto,Terremoto Emilia Romagna,Terremoto Nord Italia,Terremoto piacenza,Ultima Ora Terremoto
Aggiornamento Terremoto Nord Italia. INGV ha confermato due scosse di terremoto avvenute alle 11:42 2 alle 13:16 in Emila-Romagna, con epicentro a pochi Km da Cerignale in provincia di Piacenza. La prima scossa di terremoto, di magnitudo 4 è avvenuta ad una profondità di soli 3 Km, la replica...