Scoperto in Spagna il fossile umano forse più antico d'Europa

I paleontologi spagnoli hanno annunciato venerdì la scoperta di un fossile di ominide la cui età è stimata in 1,4 milioni di anni, il che lo renderebbe, se l’età fosse confermata, il più antico essere umano identificato in Europa.

La scoperta è stata fatta il 30 giugno nel sito di Sima del Elefante, nella Sierra de Atapuerca (Spagna settentrionale), dove i paleontologi lavorano dal 1978, secondo la Fondazione Atapuerca, che gestisce il sito. Questo fossile di una decina di centimetri di lunghezza corrisponde a un pezzo di “volto” di “un essere umano, la cui età potrebbe essere di circa 1,4 milioni di anni”, ha affermato la fondazione in una nota.

È stato nel sito di Atapuerca che nel 2007 è stata trovata una mandibola di 1,2 milioni di anni, considerata fino ad oggi il fossile di ominide più antico d’Europa.

“Naturalmente, queste date devono essere fissate” per completare questa prima stima, ha detto in conferenza stampa José María Bermúdez de Castro, co-direttore del progetto Atapuerca. Ma dal momento che il pezzo di viso è apparso in uno strato di terra “appena 2 metri sotto la linea in cui è apparsa la mascella nel 2007, è logico e ragionevole pensare che sia più vecchio”, ha affermato il ricercatore.

La datazione, che avrà luogo presso il Centro nazionale per la ricerca sull’evoluzione umana (Cenieh) a Burgos, a 10 chilometri da Atapuerca, dovrebbe durare dai sei agli otto mesi, secondo Bermúdez de Castro.

L’analisi del Cenieh, secondo la Fondazione, potrebbe anche consentire di identificare la specie umana a cui apparteneva questo ominide e comprendere meglio il modo in cui l’essere umano si è evoluto e sviluppato nel continente europeo. Finora i paleontologi non sono stati in grado di determinare con certezza a quale specie appartenesse la mascella scoperta nel 2007. Il fossile potrebbe corrispondere alla specie chiamata Homo antecessor, scoperta negli anni ’90.

“È molto probabile che il nuovo fossile della Sima del Elefante sia imparentato con quella mascella e che appartenga a una delle prime popolazioni che hanno colonizzato l’Europa“, ha affermato la Fondazione Atapuerca in una nota. “Se è così, saremo finalmente in grado di determinare l’identità della specie umana a Sima del Elefante”, ha aggiunto.

I siti eccezionalmente ricchi della Sierra de Atapuerca, sono stati classificati come patrimonio mondiale dell’UNESCO dal 2000. Vi sono stati rinvenuti migliaia di fossili e strumenti umani, tra cui una selce scolpita di 1,4 milioni di anni scoperta nel 2013.

Antonio VivesScienzaTopArcheologia,Paleontologia,Scoperta,Spagna
I paleontologi spagnoli hanno annunciato venerdì la scoperta di un fossile di ominide la cui età è stimata in 1,4 milioni di anni, il che lo renderebbe, se l'età fosse confermata, il più antico essere umano identificato in Europa. La scoperta è stata fatta il 30 giugno nel sito di...