Rojadirecta, arrestato l'administrator del sito online con i links delle partite streaming.

È stato arrestato Igor Seoane, l’admin della pagina web Rojadirecta, il raccoglitore internet di links a pagine che trasmettono eventi sportivi, e soprattutto le partite di calcio, in diretta streaming gratis. È stato arrestato dalla polizia a La Coruña in Galizia (Spagna). Era stato interrogato come testimone davanti al giudizio tra “DTS Distribuidora del Canal Satélite (Canal +)” contro “Puerto 80”, propietaria di Rojadirecta. Successivamente è stato arrestato.

In Italia l’accesso al sito Rojadirecta è stato vietato nel 2015 dal Tribunale di Milano, dopo che era stato oscurato anche in altri paesi, tra cui il Regno Unito. Il sito ha riaperto cambiando nome di dominio, dando così il via a una vera e propria battaglia legale.

La disputa del resto è molto semplice. Rojadirecta, in se stessa, non trasmette nessuna partita streaming. Solo mette a disposizione un link dove andare a vedere l’evento sportivo (calcio, formula 1, tennis, nuoto, etc.). A trasmettere streaming illegale (per via dei diritti televisivi) sono altre pagine web, contenute altrove, spesso su blogger.com che è proprietà di Google… Sotto questo aspetto Google è molto più illegale di Rojadirecta. Non vi sembra? Quest’ultimo è solo un indice di pagine web, come Google del resto, ma dai server di Rojadirecta non parte alcun segnale streaming dell’evento sportivo, mentre che da Blogger.com e YouTube (entrambi di Google) sí.

Invece di questa campagnia mediatica contro Rojadirecta, sarebbe bene investigare su quelle persone che mostrano la diretta streaming illegale attraverso YouTube (sempre di Google) o Periscope o persino attraverso Facebook Live.

Molti media in Italia hanno costruito il titolo in versione scandalistica, definendo Igor Seoane come un “capo”, quasi fosse il boss di una organizzazione mafiosa. La Gazzetta dello Sport: “Streaming online, arrestato il capo di Rojadirecta Igor Seoane“. CalcioMercato.com: “Spagna: arrestato il capo di Rojadirecta“. “In manette il capo di Rojadirecta: ‘Illegale trasmettere le partite in streaming’“, titola La Stampa rimanendo probabilmente ingannata dai titoli dei “colleghi” in quanto, come spiegato, Igor Seoane non è stato arrestato con questa accusa messa tra virgolette.

In fine, vogliamo ricordare che il sito Rojadirecta non è stato chiuso. Si può tranquillamente raggiungere attraverso una connessione VPN. Il Italia il blocco è stato imposto ai provider di servizi internet, ma se usciamo in internet attravero una connessione VPN, otteniamo un indirizzo IP di un altro paese. In questo modo Rojadirecta diventa accessibile anche dall’Italia.

Antonio VivesEsteriTopDiretta Streaming,Igor Seoane,Rojadirecta
È stato arrestato Igor Seoane, l'admin della pagina web Rojadirecta, il raccoglitore internet di links a pagine che trasmettono eventi sportivi, e soprattutto le partite di calcio, in diretta streaming gratis. È stato arrestato dalla polizia a La Coruña in Galizia (Spagna). Era stato interrogato come testimone davanti al...