Arturo Vidal segna il 3-1 al San Paolo al 94esimo minuto

La Juventus vince 1-3 a Napoli nel posticipo della 18a di Serie A riprendendosi cosi’ la rivincita dopo la sconfitta ai calci di rigore nella finale di Supercoppa italiana. Partita con non poche polemiche, come e’ giusto che sia per una sfida importante come questa. In vantaggio con Pogba al 29′ i bianconeri subiscono la replica di Britos al 64′. Pochi minuti dopo e’ Cáceres a riportare in vantaggio la Juve con la protesta dei locali che si lamentano del fuorigioco (che non c’era) del bianconero. Cinque minuti dopo quando annullato da Tagliavento il gol del 2-2 per un fallo di Koulibaly su Buffon in uscita, decisione discutibile da parte dell’arbitro. A questo punto Benitez butta dentro anche Zapata, il quale al 92′ si becca una sacrosanta ammonizione per “tuffo” in area. Al 94′ (l’arbitro aveva concesso 6 minuti di recupero) la genialata di “Re Arturo” Vidal (foto in alto) che mette l’ultima parola al termine di un contropiede perfetto rifinito da Morata. Era dal settembre 2000 che la Juventus non vinceva al San Paolo.

Totti Record nel derby si scatta una foto selfie dopo il secondo gol

Nel pomeriggio si era giocato Roma-Lazio. Dopo un primo tempo tutto per i biancocelesti (al centro della maglietta della loro maglietta la scritta #JeSuisCharlie per ricordare la strage di Parigi dei giorni scorsi) che avevano chiuso sul 0-2 grazie ai gol di Mauri al 25′ e Felipe Anderson al 29′, la Roma con una doppietta del capitano

Francesco Totti (foto in alto) si risveglia nel secondo tempo, rimontando il risultato e raggiungendo temporaneamente la Juve in vetta la classifica. Per il capitano 38enne e’ un nuovo record: 11 le reti del 10 giallorosso nel derby. E per ricordarlo si fa una foto selfie nella curva sud dopo il secondo gol.

Vince l’Inter senza Osvaldo ma con Palacio Icardi e Vidic, che accorcia le distanze sul Milan fermato sabato a Torino. Tornano al successo Fiorentina con un pirotecnico 4-3 al Franchi e la Sampdoria di misura, quanto basta per raggiungere il Napoli in classifica. Bene la sfida salvezza per il Cagliari di Zola all’ultimo minuto e il Verona in coda alla classifica. La sfida salvezza tra Atalanta e Chievo finisce in parita’. Sabato altri due pareggi.

Ecco i risultati delle partite con i marcatori. Partite giocate sabato 10 gennaio: Sassuolo-Udinese 1-1 (15′ Zaza, 26′ Théréau); Torino-Milan 1-1 (3′ Ménez su rigore, 81′ Glik, espulso al 45′ M. De Sciglio). Le partite di domenica 11 gennaio: Inter-Genoa 3-1 (12′ Palacio, 39′ Icardi 39′, 85′ Izzo, 83′ Vidić); Atalanta-Chievo 1-1 (72’ Zappacosta, 90’ Lazarevic, espulso G. Bellini al 89′); Cagliari-Cesena 2-1 (11′ João Pedro, 27 Donsah 27′, 89′ Brienza); Fiorentina-Palermo 4-3 (20’ Pasqual, 51’ Basanta, 59’ e 61’ Quaison, 64’ Cuadrado, 74’ Joaquin, 81’ Belotti su rigore); Roma-Lazio 2-2 (25’ Mauri, 29’ Felipe Anderson, 47’ e 64’ Totti); Sampdoria-Empoli 1-0 (49’ Eder); Verona-Parma 3-1 (39’ Sala, 64’ Lodi, 72’ Toni, 91’ Valoti); Napoli-Juventus 1-3 (29′ Pogba, 64′ Britos, 69′ Caceres, 94′ Vidal).

La nuova classifica aggiornata della Serie A dopo 18 giornate disputate: Juventus 43 punti, Roma 40, Lazio 31, Napoli e Sampdoria 30, Fiorentina e Genoa 27, Milan 26, Inter e Palermo 25, Sassuolo 24, Udinese 23, Verona 21, Torino 19, Empoli e Chievo 18, Atalanta 17, Cagliari 15, Parma e Cesena 9.

Andrea TosiCalcioTopJuventus,Lazio,Napoli,Roma,Selfie Totti,Serie A
La Juventus vince 1-3 a Napoli nel posticipo della 18a di Serie A riprendendosi cosi' la rivincita dopo la sconfitta ai calci di rigore nella finale di Supercoppa italiana. Partita con non poche polemiche, come e' giusto che sia per una sfida importante come questa. In vantaggio con Pogba...