Pacchetti turistici a seguito degli attentati a Parigi

In seguito agli attentati di Parigi, su indicazione della Farnesina, numerosi consumatori si sono trovati costretti ad annullare il proprio viaggio turistico nei Paesi indicati come rischiosi.

Diversi associati hanno comunicato il rifiuto da parte di agenzia di viaggio e tour operator di restituire le somme versate in acconto per l’acquisto di pacchetti turistici nei Paesi a rischio attentati.

L’Asso-consum, associazione per la difesa dei consumatori, degli utenti e dei cittadini, componente CNCU, comunica che i consumatori interessati possono chiedere la restituzione integrale delle somme versate in acconto per l’acquisto del pacchetto turistico o di ogni singola componente dello stesso.

L’avvocato Giuseppe Sorrentino, responsabile legale nazionale dell’Asso-consum, dichiara che attraverso i propri sportelli sul territorio ed il team di legali convenzionati l’associazione fornirà tutto il supporto necessario per la restituzione delle somme anticipate. Per info contattare: ufficiolegaleassoconsum@gmail.com.

Andrea PaolaItaliaAsso-consum,Turismo,Viaggi
In seguito agli attentati di Parigi, su indicazione della Farnesina, numerosi consumatori si sono trovati costretti ad annullare il proprio viaggio turistico nei Paesi indicati come rischiosi. Diversi associati hanno comunicato il rifiuto da parte di agenzia di viaggio e tour operator di restituire le somme versate in acconto per...