Putin afferma che la denuclearizzazione coreana è "possibile".

Dopo l’incontro con il leader supremo della Corea del Nord, il presidente russo Vladimir Putin ha detto giovedì che Pyongyang richiede certe garanzie per la sicurezza della sua sovranità, ma ha assicurato che la denuclearizzazione è possibile, e ha anticipato che parlerà con gli Stati Uniti dei contenuti del dialogo a Vladivostok con Kim Jong-un.

“Abbiamo bisogno di ripristinare il potere del diritto internazionale, di ritornare nello stato in cui la legge internazionale, e non la legge dei più forti, determina la situazione nel mondo”, ha detto il leader russo dopo la riunione.

Ha sottolineato che “qui non ci sono segreti, non ci sono cospirazioni. Lo stesso presidente Kim ci ha chiesto di informare gli Stati Uniti della nostra posizione”.

Il presidente russo ha spiegato che gli interessi di Mosca coincidono con quelli degli Stati Uniti, almeno in quanto entrambi sono per una “denuclearizzazione totale“, uno scenario che considera “possibile”. “Per quanto riguarda la riduzione della minaccia dei conflitti nucleari, questa è certamente una priorità comune”, ha affermato. “Ho avuto l’impressione che il leader nordcoreano condividesse lo stesso punto di vista. Abbiamo bisogno di garanzie di sicurezza, tutto qui. Abbiamo bisogno di pensarci insieme”, ha concluso.

Federica SantoniEsteriTopCorea del Nord,Denuclearizzazione,Putin,Pyongyang
Dopo l'incontro con il leader supremo della Corea del Nord, il presidente russo Vladimir Putin ha detto giovedì che Pyongyang richiede certe garanzie per la sicurezza della sua sovranità, ma ha assicurato che la denuclearizzazione è possibile, e ha anticipato che parlerà con gli Stati Uniti dei contenuti del...