La storia di Phil Spector

È considerato uno dei più geniali autori e produttori musicali di tutti i tempi. Phil Spector è l’inventore della tecnica chiamata “The Wall of Sound”, il muro del suono, che cambiò il modo di registrare i brani musicali negli anni ‘60 ed è il protagonista della puntata de “Il Falco e il Gabbiano” di Enrico Ruggeri in onda su Radio 24 domani giovedì 10 dicembre alle 15:30.

Appassionato fin da piccolo di Wagner, il suo sogno era quello di creare, con i suoi dischi, delle vere e proprie “sinfonie per i ragazzini”. Mito di molti musicisti, a partire da Brian Wilson dei Beach Boys fino a John Lennon, Phil Spector (nato a New York il 26 dicembre 1939) ha dimostrato di avere una natura complessa, se non addirittura borderline.

John Lennon con Phil Spector

Un genio, ma anche un uomo che negli anni è diventato sempre più strano, a volte aggressivo, con una vera passione per l’alcool e le pistole. L’epilogo della sua storia avviene nel 2003, quando nella sua villa viene trovato il cadavere di un’attrice. Suicidio od omicidio? Spector si è sempre dichiarato innocente, ma è stato condannato a una pena di 19 anni che sta ancora scontando nella prigione di Stato della California.

Andrea PaolaIntrattenimentoEnrico Ruggeri,Musica,Phil Spector,Radio 24
È considerato uno dei più geniali autori e produttori musicali di tutti i tempi. Phil Spector è l’inventore della tecnica chiamata “The Wall of Sound”, il muro del suono, che cambiò il modo di registrare i brani musicali negli anni ‘60 ed è il protagonista della puntata de 'Il...