Giappone piange le vittime dopo le piogge torrenziali che lo hanno colpito

È il più grave disastro meteorologico nel paese asiatico in 36 anni. Ci sono già quasi 200 persone che sono morte a causa delle piogge torrenziali nella sud del Giappone, mentre gli sforzi di salvataggio continuano cercando più di una dozzina di dispersi, secondo le cifre fornite oggi dal governo.

Circa 73 milamembri delle Forze di Autodifesa (Esercito), la polizia e i vigili del fuoco continuano oggi con i soccorsi, per i quali sono stati schierati 80 elicotteri, secondo quanto riferito dal portavoce dell’esecutivo giapponese Yoshihide Suga, in conferenza stampa.

A parte i 199 morti e i 23 dispersi, finora altre centinaia di persone non si trovano ancora dopo il più terribile disastro meteorologico nel paese asiatico in 36 anni.

Il portavoce ha anche avvertito della possibilità che continui a piovere nella regione nei prossimi giorni e insiste affinché i cittadini restino vigili, anche a causa delle alte temperature previste, che potrebbero colpire gli sfollati e le squadre di

soccorso.

Le piogge record che sono cadute da giovedì scorso, hanno causato numerose inondazioni e frane sul suo cammino, particolarmente gravi nelle prefetture di Hiroshima, Ehime e Okayama, dove la catastrofe meteorologica ha devastato migliaia di case e lasciato diverse popolazioni isolate.

Il primo ministro giapponese, Shinzo Abe, che ha visitato Okayama mercoledì scorso, viaggerà venerdì a Ehime per supervisionare il lavoro di soccorso e l’assistenza alle persone colpite se la situazione lo consente.

Diverse aziende importanti sono state costrette a sospendere le loro produzioni in queste regioni a causa degli effetti del maltempo, come ad esempio Mitsubishi Motors, il cui impianto di Okayama è stato in grado di riavviare le sue attività solamente ieri.

Il produttore di tecnologia Panasonic, d’altro canto, ha tenuto chiuso il suo impianto di videocamere professionali a Okayama per il quarto giorno consecutivo e non prevede di riprendere la produzione “per almeno una settimana, dal momento che le inondazioni (che hanno interessato il complesso) hanno danneggiato le strutture di alimentazione elettrica”, ha detto una portavoce.

Valentina ContiEsteriTopCatastrofi,Disastro ambientale,Giappone,Inondazioni,Maltempo,Meteo
È il più grave disastro meteorologico nel paese asiatico in 36 anni. Ci sono già quasi 200 persone che sono morte a causa delle piogge torrenziali nella sud del Giappone, mentre gli sforzi di salvataggio continuano cercando più di una dozzina di dispersi, secondo le cifre fornite oggi dal...