Incredibile Scudetto vinto dalla Juventus nel 2016: "abbiamo fatto la storia" Video We Made HI5TORY

Con un video celebrativo dal titolo “Juventus, Scudetto 2015/16: We Made HI5TORY”, la Juventus Football Club ha omaggiato i suoi tifosi per la conquista del suo quinto scudetto di fila. La serie di cinque titoli rivinta dalla Juventus, in Europa, è pari solamente al Real Madrid (1961-1965 e 1986-1990): Juventus 1931-1935 e 2012-2016.

Il peggior inizio di stagione della storia bianconera: dopo la sconfitta con il Sassuolo, anche Allegri non pensava più allo scudetto. Era il 29 ottobre 2015 e in quel momento in classifica vi era la Roma in testa con 23 punti, Juventus dodicesima con 12 punti. Poi la clamorosa striscia di 73 punti su 75 disponibili, vincendo 24 partite su 25 e con lo 0-0 di Bologna. Striscia da record che ha portato la Vecchia Signora a guadagnare 25 punti alla Roma e 21 al Napoli.

I commenti dei protagonisti alla conquista del 34esimo scudetto della Juventus

“La Juve si merita la vittoria dello scudetto, ma ha avuto anche un grandissimo c… Sapevamo che se il Napoli avesse sbagliato la Juve non lo avrebbe fatto, con due tiri in porta la Juve fa 4 gol”. Lo ha detto Diego Armando Maradona commentando a Piuenne Tv l’attualità del campionato italiano. Maradona, in collegamento da Dubai, ha spiegato: “La differenza tra la Juve e il Napoli la fa la panchina. Sarri girandosi verso la panchina non vede tanti giocatori di qualità come Allegri. Se mettiamo a confronto i giocatori, anzi, il Napoli ha fatto un campionato migliore della Juve”. Ultimo passaggio su Higuain: “Ha fatto 30 gol, ha dato il massimo a Napoli. Conoscendo De Laurentiis, lo venderà. Ma con quei soldi deve fare una grandissima squadra. Sarri sa meglio di noi di cosa ha bisogno il Napoli”. Poi, come riportato da TuttoSport, il Pibe de Oro lancia la sua stoccata:

“La Juve ha tanti fuoriclasse, nella Federazione e negli arbitraggi, nel dubbio un giocatore della Juve ha sempre ragione. De Laurentiis deve farsi rispettare in FIGC, cosi il Napoli avrà la stessa forza della Juve. Non può essere che ogni dubbio sia sempre a favore della Juve. Se il Napoli non avesse lottato per lo scudetto, Higuain non avrebbe preso quelle giornate di squalifica, una forse due, ma siccome lotta per lo scudetto ne ha prese di più”.

“Mi rode e sapete perche’. Ma bisogna farlo perche’ e’ giusto: complimenti a @OfficialAllegri e alla @juventusfc campioni d’Italia”. Il messaggio su twitter del premier Matteo Renzi.

“E’ un luogo comune dire che la squadra e’ lo specchio della societa’. Dopo 10 giornate avevamo 12 punti, qualcosa di clamoroso, ma non eravamo assolutamente disperati ed eravamo consapevoli di poter risalire la china. Siamo sempre stati vicini alla squadra sapendo di avere un ottimo allenatore che e’ anche un grande gestore dello spogliatoio. Dall’altra parte dovevamo riconoscere i valori della rosa, composta dallo zoccolo duro di italiani come Buffon, Bonucci, Barzagli Chiellini e da giovani bravissimi come Dybala, Pogba e Morata e tutti gli altri. Questo quinto scudetto e’ merito di tutti anche degli oltre trecento dipendenti della Juventus”. Cosi’ il dg della Juventus Beppe Marotta, ai microfoni di Mediaset, ha commentato la vittoria del quinto scudetto dei bianconeri. “Questo gruppo ha ottenuto un livello di qualita’ notevole. Il calcio non e’ fatto di imprevedibilita’, ci vogliono professionisti in tutti i settori e questo e’ merito di Agnelli. Il matrimonio con Allegri sta andando bene, andremo avanti con lui rinnovando il contratto. Lo faremo in settimana ma sara’ un atto assolutamente formale”.

Uno scudetto epocale per l’importanza, visto che e’ il quinto consecutivo, e per come l’abbiamo vinto, con una rimonta incredibile, impressionante, che mi auguro non si sia fermata alla vittoria di Firenze ma prosegua in queste ultime tre gare per suggellare una stagione irripetibile”. Cosi’ il capitano della Juventus Gianluigi Buffon, ai microfoni di Sky, ha commentato il quinto scudetto consecutivo della formazione bianconera, arrivato dopo la vittoria della Roma all’Olimpico contro il Napoli (1-0 rete di Nainggolan nel finale). “Ci sono stati dei momenti, soprattutto all’inizio, in cui la paura di non farcela e di aver pensato anche troppo positivo in precedenza poteva averci tratto in errore e invece poi alla fine con la forza di un gruppo di lavoro stupendo e responsabile e di una societa’ forte che nei momenti opportuni ci ha spalleggiato o “frustato” siamo arrivati a compiere un’impresa difficile” ha detto Buffon che individua in quella contro il Torino (colpo di testa di Glik) la parata piu’ difficile decisiva per la rincorsa al titolo. “La piu’ importante parata e’ stata quella con il Torino, venivamo dalla gara di Sassuolo, il Toro era pervenuto al pareggio in casa nostra. Mancavano 25′ alla fine, se avesse fatto il 2-1 ci avrebbe tagliato le gambe. Quella mia parata, invece, ci ha permesso di rimanere pari e di vincere poi al 95′ con Cuadrado e da li’ e’ ripartita la rimonta”.

“Tutti pronti a celebrare il nostro funerale. Invece… semplicemente abbiamo scritto la storia! Gruppo infinito…”. Lo ha scritto sul proprio profilo twitter il presidente della Juventus Andrea Agnelli, commentando la vittoria del quinto scudetto bianconero.

“E’ stata una stagione pazzesca: ci davano per morti già a ottobre e invece eccoci qui, la Juve non muore mai. Dimenticavano che indossiamo questa maglia. Dovevamo cambiare rotta e la direzione ce l’ha data il nostro capitano in quel famoso discorso: la Juventus del primo mese e mezzo era troppo brutta per essere quella vera e infatti sono venuti fuori gli uomini prima dei giocatori. Così abbiamo fatto 24 vittorie su 25”. Sono le parole del difensore della Juventus Leonardo Bonucci sul quinto scudetto consecutivo, a Premium Sport. “Gran parte del merito va all’allenatore che non ci ha mai messo l’ansia del risultato e poi a Buffon e a noi senatori che hanno preso per mano questa squadra. Dei cinque scudetti vinti il più importante per me è il primo, perché ha dato il via al ciclo, mentre al secondo posto metto questo, per come è arrivato. La svolta quest’anno è stata nel capire, noi vecchi, cosa stavamo perdendo: avremmo dato ragione a chi diceva che senza campioni come Pirlo, Vidal e Tevez non saremmo stati gli stessi. Invece abbiamo dimostrato che, a partire dalla società, questo è un gruppo vincente”.

“Tifavamo Roma? Anche il pareggio per noi andava bene…il sogno si è avverato. Oggi sono troppo felice, entrare nella storia di questa squadra non ha prezzo. Sono veramente contentissimo di aver vinto lo scudetto, e spero sia il primo di tanti altri”. Sono le parole di Paulo Dybala da Vinovo sulla vittoria dello scudetto bianconero. L’attaccante della Juve è stato grande protagonista della stagione. “Ho aiutato la squadra ad ottenere questo successo, ora dobbiamo continuare così perché abbiamo un’altra finale, quella di Coppa Italia”, ha aggiunto l’argentino a Premium Sport. “Dopo Sassuolo-Juve cosa ci hanno detto i senatori? Di cambiare tutto quello che avevamo fatto e riprenderci subito. Il gol di Cuadrado nel derby ci ha dato la carica. Ora determinazione fino alla fine. Abbiamo vinto 24 su 25 e vogliamo fare meglio”.

Antonio VivesCalcioTopFesta Scudetto,Juventus,Scudetto,Video YouTube,We Made HI5TORY
Con un video celebrativo dal titolo 'Juventus, Scudetto 2015/16: We Made HI5TORY', la Juventus Football Club ha omaggiato i suoi tifosi per la conquista del suo quinto scudetto di fila. La serie di cinque titoli rivinta dalla Juventus, in Europa, è pari solamente al Real Madrid (1961-1965 e 1986-1990):...