Come evitare che Facebook possa spiare con WhatsApp

Social, la parola stessa evidenzia come sia difficile mantenere la privacy. Dal momento che entriamo in rete e soprattutto quando ci installiamo una app nel nostro cellulare (come Facebook WhatsApp Instagram o Twitter), la nostra privacy è messa a rischio. È praticamente impossibile rimanere anonimi all’interno dei social. Per defizione, avere una attività nei social network, comporta il condividere le nostre foto, le nostre pubblicazioni e di conseguenza le nostre informazioni. Ci si espone alla rete, non c’è nulla da fare.

Gli utenti di WhatsApp si saranno accorti che da qualche giorno l’app chiede di accettare i nuovi termini di servizio.

(adsbygoogle=window.adsbygoogle||[]).push({})

“Bene, se ancora non avete accettato, il consiglio che possiamo darvi è: non fatelo. O almeno, se non sapete che cosa comporterà il dire sì alla nuova policy, fermatevi e leggete le nuove regole”.

È il consiglio con il quale interviene sulla questione anche la polizia di Stato sulla pagina Facebook “Una vita da social”. Nel post pubblicato qualche ora fa, viene spiegato come evitare che il social network utilizzi le informazioni di Whatsapp.

“Da adesso infatti Facebook può “spiare” su WhatsApp: numeri di telefono, contatti e altri dati che passeranno automaticamente anche al social network di Zuckerberg, proprietario tra le altre cose, anche della popolare piattaforma di instant messagging”.

Antonio VivesTechTopFacebook,Privacy,Spionaggio,WhatsApp
Social, la parola stessa evidenzia come sia difficile mantenere la privacy. Dal momento che entriamo in rete e soprattutto quando ci installiamo una app nel nostro cellulare (come Facebook WhatsApp Instagram o Twitter), la nostra privacy è messa a rischio. È praticamente impossibile rimanere anonimi all'interno dei social. Per...