Facebook, Twitter e YouTube verranno denunciati in Francia

Twitter YouTube e Facebook ricevono una denuncia in Francia per non aver compiuto con le loro obbligazioni nel sopprimere contenuti illeciti dai loro portali web. A produrre la denuncia sono l’Unione degli studenti ebrei di Francia (UEJF), le due organizzazioni non governative ONG denominate SOS Racisme e SOS Homophobie.

I militanti di queste tre organizzazioni hanno rilevato tra il 31 marzo e il 10 maggio, 586 commenti o informazioni con contenuto razzista, antisemita, negazionista, omofobico, o che incoraggiano il terrorismo o crimini contro l’umanità.

“Solamente un 4% sono state cancellate su Twitter, 7% su YouTube e 34% su Facebbok”, denunciano le associazioni in un comunicato, nel quale viene evidenziato che sperano che la loro denuncia permetta “chiarire il comportamento e il profilo dei moderatori nelle tre reti sociali”.

Il presidente della UEJF, Sacha Reingewirtz, ha inoltre detto che visto i benefici che Twitter, Youtube e Facebook hanno in Francia “e le poche tasse che pagano”, il loro “ostruzionismo alla lotta contro l’odio è inaccettabile”.

Per quanto riguarda l’Italia, ci viene in mente, il caso di Donatella Galli, la militante leghista di Desio che era stata citata in giudizio per un post razzista contro il sud del paese. Il tribunale di Monza ha accettato la richiesta del presidente dell’ottava municipalità di Napoli, e parla di “violazione della Legge n. 164 del 1975, con la quale il nostro Paese ratifica la convenzione internazionale sulla eliminazione di tutte le forme di discriminazione razziale”.

La bagarre era scoppiata nell’estate di due anni fa, quando la militante aveva commentato una foto “satellitare” in cui compariva un’Italia composta dal Nord e da un mezzogiorno sommerso dalle acque, con le parole “Forza Etna, Forza Vesuvio, Forza Marsili”.

Valentina ContiEsteriTopFacebook,Francia,Razzismo,Twitter,YouTube
Twitter YouTube e Facebook ricevono una denuncia in Francia per non aver compiuto con le loro obbligazioni nel sopprimere contenuti illeciti dai loro portali web. A produrre la denuncia sono l'Unione degli studenti ebrei di Francia (UEJF), le due organizzazioni non governative ONG denominate SOS Racisme e SOS Homophobie. I...