La forma più eclatante e manifesta della violenza che colpisce le donne di tutti i paesi e di tutte le età, è certamente quella che lascia segni visibili sul corpo. Ma le forme di violenza sono diverse e, oltre a quella psicologica e quella che genera autentiche menomazioni e disabilità sociali, c’è anche quella psico-fisica di un tumore al seno. In Italia quasi una donna su tre tra i 16 e i 70 anni ha subito nel corso della propria vita una qualche forma di violenza fisica o sessuale, mentre una su nove viene colpita dal cancro al seno che è la prima causa di mortalità per tumore nelle donne.

Giovedì, 1 ottobre alle ore 19:00 la suggestiva location The Church Palace (Via Aurelia, 481 Roma – Piazza Irnerio) ospiterà l’evento “Women for Women against violence”.

Patrocinata dalla Presidenza del Consiglio Regionale del Lazio, dalla Fondazione Policlinico Universitario A. Gemelli – Università Sacro Cuore, da Susan G. Komen – per la lotta ai tumori del seno e da Iris Roma, l’iniziativa, ideata e organizzata da Donatella Gimigliano, Laura Mantovi, con la collaborazione di Barbara Carniti, nasce con l’obiettivo di promuovere e sostenere il contrasto alla violenza di genere e il benessere delle donne che lottano contro il tumore al seno.

Beneficiarie del charity event, che sarà presentato dalla giornalista del Tg1 Emma D’Aquino e dall’attrice Loredana Cannata, l’Associazione Beautiful After Breast Cancer Onlus Italia, presieduta dalla Prof.ssa Marzia Salgarello, Responsabile del Reparto di Chirurgia Plastica, Fondazione Policlinico Universitario A.Gemelli – Università Cattolica del Sacro Cuore, e l’organizzazione no profit DiRe (Donne in Rete contro la Violenza), Presieduta dall’Avv. Titti Carrano e che raccoglie 70 centri Antiviolenza e Case delle Donne.

Durante la serata verranno presentati due documenti sulle tematiche, in anteprima nazionale il cortometraggio (tumori al seno) “Segni” a cura di Agnese Rizzello (con Rita Dalla Chiesa, musiche e partecipazione di Fiordaliso), e un promo (violenza di genere) tratto dal docufilm “La vittima e il carnefice” di Roberto Burchielli. La serata proseguirà con la consegna del “Premio Camomilla – Women for Women” – I edizione (il fiore di camomilla in fitoterapia rappresenta la forza e il coraggio nei momenti difficili, e viene anche utilizzata in natura con un nobile scopo: travasandola accanto a piante malate, ha il potere di rinvigorirle).

Il riconoscimento, che sarà appositamente realizzato dal maestro orafo Michele Affidato, sarà assegnato a donne impegnate nel sociale e nelle campagne di sensibilizzazione. Tra le premiate ci saranno Rosanna Banfi, Lavinia Biagiotti, Titti Carrano (Presidente Donne in Rete contro la Violenza), Rita Dalla Chiesa, Flori Degrassi (Presidente Associazione Nazionale Donne Operate al Seno), Marina Fiordaliso, Laura Freddi, Maria Concetta Mattei (Tg2), Patrizia Mirigliani e Paola Perego.

Andrea PaolaLifeStyleBenessere delle donne,Contro la Violenza,Fiordaliso,Paola Perego,Premio Camomilla,Rita Dalla Chiesa,Tumore al Seno
La forma più eclatante e manifesta della violenza che colpisce le donne di tutti i paesi e di tutte le età, è certamente quella che lascia segni visibili sul corpo. Ma le forme di violenza sono diverse e, oltre a quella psicologica e quella che genera autentiche menomazioni e...