TERREMOTI TSUNAMI – Una enorme montagna sottomarina situata su una placca tettonica in subduzione al largo delle coste del Giappone, che si sta facendo strada nel mantello terrestre, potrebbe essere stata la causa principale di diversi terremoti di magnitudo 7 della scala Richter e dei successivi tsunami che si sono verificati nel paese orientale negli ultimi 40 anni. Il nuovo modello potrebbe essere applicato per studiare le registrazioni storiche di eventi sismici in altre parti del mondo.

Secondo un nuovo studio recentemente pubblicato sul Journal of Geophysical Research: Solid Earth, un antico vulcano sottomarino situato su una placca tettonica che affonda al largo delle coste del Giappone, potrebbe aver innescato diversi importanti terremoti e tsunami nell’area negli ultimi quattro decenni. Gli eventi sono stati considerati inspiegabili sulla base delle conoscenze attuali, ma nuove scoperte mostrano che potrebbero aver avuto origine quando la montagna sottomarina si è scontrata con un’altra placca tettonica situata sopra la struttura.

Movimenti sotterranei che impattano la superficie

Si tratta del vulcano sottomarino spento conosciuto come Monte Daiichi-Kashima, situato sulla placca tettonica del Pacifico, a circa 40 chilometri dalla costa orientale del Giappone. Qui si intersecano tre placche tettoniche: la placca del Pacifico a est e la placca delle Filippine a sud, entrambe scorrevoli sotto la placca di Okhotsk a nord. Il monte sottomarino si trova in una sezione della placca che iniziò la sua discesa nel mantello terrestre tra 150.000 e 250.000 anni fa, secondo i responsabili della ricerca in un articolo pubblicato su Live Science.

Il team guidato dallo scienziato Sungho Lee ha utilizzato modelli numerici per esaminare la possibilità che le montagne sottomarine agiscano come asperità deboli o forti, definite come aree lungo una faglia che sono bloccate sul posto. I ricercatori si sono poi basati sui dati geofisici esistenti presi dai sismometri sulla montagna sottomarina in subduzione nella fossa del Giappone meridionale per spiegare i modelli di sismicità nella regione. Sebbene le conclusioni si concentrino sui terremoti giapponesi, il nuovo modello può essere utilizzato per analizzare modelli che potrebbero essere registrati in altre aree del pianeta.

Secondo un comunicato stampa dell’American Geophysical Union (AGU), il modello suggerisce che le montagne sottomarine funzionano come asperità forti piuttosto che deboli, confutando così le nozioni consolidate su questo argomento nella comunità scientifica. Quando una placca tettonica scivola o si subduce sotto un’altra placca, le montagne sottomarine sparse sulla sua superficie “raschiano” il fondo della placca superiore. Uno studio del 2008 ha suggerito che questo attrito era troppo debole per causare terremoti, creando solo tremori molto piccoli.

Un processo sconosciuto

Tuttavia, il nuovo studio ha scoperto che le montagne sottomarine agiscono bloccando in posizione la regione vicina di una placca in subduzione, impedendo contemporaneamente il movimento di quel settore mentre il resto della placca continua a scivolare. A causa di questo processo, il conseguente accumulo di stress porta a grandi eventi sismici periodici, che gli autori chiamano terremoti “sospesi”.

Questi eventi, propagandosi da una montagna sottomarina stazionaria nella regione progressiva circostante, hanno generato terremoti di magnitudo 7 sulla scala Richter e successivi tsunami nell’area del Giappone negli ultimi 40 anni. La scoperta di questo processo spiega perché si sono generati questi eventi estremi, che fino ad ora non avevano alcuna spiegazione né erano stati previsti dallo studio storico delle registrazioni sismiche e dei loro schemi regionali.

Nella foto di copertina il vulcano sottomarino Minami Kasuga 2 nel Pacifico (Anello di Fuoco): una delle migliaia di montagne sottomarine che si estendono sul fondo del mare.

Andrea TosiScienzaTopAnello di Fuoco,Giappone,montagna sottomarina,Placca tettonica,Terremoti,Terremoto,Terremoto Giappone,Tsunami,Tsunami Giappone,Vulcani sottomarini,Vulcano sottomarino
TERREMOTI TSUNAMI - Una enorme montagna sottomarina situata su una placca tettonica in subduzione al largo delle coste del Giappone, che si sta facendo strada nel mantello terrestre, potrebbe essere stata la causa principale di diversi terremoti di magnitudo 7 della scala Richter e dei successivi tsunami che si...