Russia e UE insieme per cercare Vita su Marte: iniziato il viaggio di ExoMars con la sonda Schiaparelli

Il programma spaziale denominato “ExoMars 2016” è inziato con il lancio del razzo russo Proton dal Cosmodromo di Bajkonur in Kazakistan, con la speranza di poter trovare vita su Marte. Alle 09:31 GMT di oggi lunedì 14 marzo, è stato lanciato il razzo con a borso il satellite Trace Gas Orbiter (TGO) e la sonda spaziale Schiaparelli, dedicata a Giovanni Schiaparelli, un famoso astronomo e storico della scienza italiano.

Questa missione spaziale rappresenta la prima tappa del programma ExoMars, realizzata attraverso l’Agenzia Spaziale Europea (ESA) assieme all’Agenzia Spaziale Russa (Roscosmos).

Completata senza problema la separazione del razzo e tra qualche ora sapremo se la nave spaziale si trova nell’orbita corretta per viaggiare a Marte. “Siamo in cammino verso Marte. Eccellente“, ha dichiarato il direttore generale dell’Esa Jan Woerner.

Il satellite si posizionerà nell’orbita di Marte il prossimo 16 ottobre 2016, tra sette mesi, e la sonda Schiaparelli farà il suo atterraggio sul pianeta Rosso. Il satellite è una nave dotata di due pannelli solari ed è equipaggiata con quattro strumenti scientifici: due sviluppati dall’ESA e gli altri due dalla Roscosmos.

Andrea TosiScienzaTopESA,ExoMars,Marte,Roscosmos,Russia,Sonda Schiaparelli,Vita su Marte
Il programma spaziale denominato 'ExoMars 2016' è inziato con il lancio del razzo russo Proton dal Cosmodromo di Bajkonur in Kazakistan, con la speranza di poter trovare vita su Marte. Alle 09:31 GMT di oggi lunedì 14 marzo, è stato lanciato il razzo con a borso il satellite Trace...