Usa il Traduttore di Google per contattare l'ISIS, catturato dall'FBI

Un giovane statunitense residente in Australia ha usato il traduttore di Google nell’intento di contattare ai reclutatori dello Stato Islamico (Isis). Quello che non si sarebbe mai immaginato Asher Khan, di 21 anni di età, è che questo sarebbe stato sufficiente perchè l’FBI potesse individuarlo e arrestarlo.

Voglio unirmi alla jihad, però vivo in Australia. Como posso arrivare? Non parlo arabo, solo inglese e urdu“, avrebbe scritto su Google Translate. Come riportato dai quotidiani Sydney Morning Herald e The Washington Post, gli agenti dell’FBI avrebbero incontrato le informazioni mentre stavano investigando sulla cronologia di ricerca e altre applicazioni usate dal giovane in internet.

Adesso viene sospettato di terrorismo. Vive a Houston, Texas. Si è trasferito a Sidney nel 2013. È stato qui che è entrato in contatto con Fue Mohamed Zuhbi, accusato di reclutare membri per l’organizzazione terrorista. Adesso Asher Khan deve difendersi dalle accuse di cospirazione in appoggio a una organizzazione terroristica, cospirazione per commettere omicidio all’estero e di fornire supporto materiale ai terroristi.

Federica SantoniEsteriTopGoogle Traduttore,Stato Islamico,Terrorismo
Un giovane statunitense residente in Australia ha usato il traduttore di Google nell'intento di contattare ai reclutatori dello Stato Islamico (Isis). Quello che non si sarebbe mai immaginato Asher Khan, di 21 anni di età, è che questo sarebbe stato sufficiente perchè l'FBI potesse individuarlo e arrestarlo. “Voglio unirmi alla...